“48mila respinti dalla Francia Macron taccia e apra confini”

Ago 30, 2018

  • Condividi l'articolo

    Il ministro dell’Interno Salvini risponde alle critiche del presidente francese: “Non accettiamo lezioni da un’ipocrita”.

    Non si placa la lite a distanza tra Matteo Salvini ed Emmanuel Macron.

    Ieri sera il presidente francese aveva tuonato contro il vicepremier e il premier ungherese Viktor Orban dicendo: “Non cederò niente ai nazionalisti e a quelli che predicano odio, hanno ragione a vedermi come il loro principale avversario in Europa”.

    La risposta del ministro dell’Interno non si è fatta attendere. “Da inizio 2017 ad oggi la Francia del “bravo Macron” ha respinto più di 48.000 immigrati alle frontiere con l’Italia, comprese donne e bambini. Sarebbe questa l’Europa “accogliente e solidale” di cui parlano Macron e i buonisti?”, ha scritto Salvini in un post su Fb. E poi ha aggiunto: “Al posto di dare lezioni agli altri, inviterei l’ipocrita presidente francese a riaprire i confini e accogliere le migliaia di rifugiati che aveva promesso di prendere. L’Italia non è più il campo profughi d’Europa, la pacchia per scafisti e buonisti è finita!”.

    In base ai dati del Viminale, la Francia ha respinto 30.911 persone nel 2017: di queste 10.407 erano stranieri con un permesso di soggiorno valido in Italia (tra cui 1.465 pakistani, 1.108 malesi, 840 nigeriani, 832 albanesi), altre 20.504 erano irregolari (per la maggior parte sudanesi). Dal primo gennaio al 28 agosto di quest’anno, siamo a quota 17.476 respingimenti: 6.561 con permesso di soggiorno italiano (tra cui 933 pakistani, 651 malesi, 613 albanesi), 10.915 irregolari. In totale, 48.387 migranti. Il Giornale.it

  • Motociclista morto a Milano, si cerca il pirata della strada

    Motociclista morto a Milano, si cerca il pirata della strada

    (ANSA) - MILANO, 27 OTT - Un motociclista di 56 anni è morto poco prima delle 6 nello scontro con un altro mezzo, probabilmente pesante, il cui conducente non si è fermato per i soccorsi in via Ripamonti a Milano.    Le indagini per risalire a chi era...