Coriano. TORNA LA TRADIZIONALE FESTA DEI LAVORATORI A CORIANO

A differenza dello scorso anno, in cui il 1°maggio cadde ancora nel periodo del lockdown, quest’anno l’amministrazione, in collaborazione con la Pro Loco Coriano e la disponibilità dei parroci, ha riproposto in forma molto ridotta la storica e tradizionale benedizione delle macchine agricole.

 

La Festa dei  Lavoratori Cristiana ha una lunga storia a Coriano e si tramanda da generazioni.

 

Come sottolineano l’assessore Roberto Bianchi e il consigliere Loris Mazzotti, direttamente interessati nel settore, l’agricoltura, nonostante questo lungo periodo di covid non si è mai fermata. I lavori necessari alle coltivazioni non possono essere interrotti e devono essere seguiti durante tutte le stagioni. Se questo settore non sembra aver subito crisi non è così per le colture intensive.

Chi invece ha investito anche nella trasformazione dei prodotti, come la produzione di vini, ha subito una grande crisi, i danni sono stati ingenti e le giacenze in magazzini continuano ad accumularsi. Anche le aziende che hanno fatto affidamento sull’agriturismo, con grandi investimenti nel nostro territorio, stanno attraversando un periodo di grande difficoltà.

 

Domenica Spinelli (sindaco) :”Questa benedizione non si limita ai mezzi agricoli ma è per tutti coloro che ogni giorno spendono il loro impegno in questo settore fondamentale per tutto il Paese. Un augurio va a chi, con fatica, in ogni settore sta cercando di resistere ed uscire da questo periodo buio e a tutti coloro, che avendo perso il lavoro, possano trovare al più presto impiego con la ripresa dell’economia. Ringraziamo gli agricoltori che in modo diligente ed ordinato hanno accettato di sfilare con un solo trattore a famiglia. Ci ha emozionato vedere sui trattori le famiglie raccolte, compresi i bambini piccoli, a significare come l’agricoltura sia in realtà la fatica ed il sacrificio di tutta la famiglia, che come ho rilevato, insieme a don Fiorenzo, la pandemia ha contribuito a rafforzarne i legami ravvivando questi tradizionali valori.”

 

Coriano 3 maggio 2021