CORIANO. UNA CAMPAGNA ELETTORALE IN SALSA ROMAGNOLA TRA PASSATO E PRESENTE

Mag 26, 2017

  • Condividi l'articolo

    Una campagna elettorale può essere veramente appassionante e incandescente anche in una piccola cittadina. Questo è lo scenario a cui stiamo assistendo a Coriano. Una campagna elettorale in salsa romagnola. Una campagna elettorale che spazia davvero su ogni epoca storica rinverdendo antiche gesta e rivalità.

    Si potrebbe iniziare con il classico c’era una volta in un paese lontano. Protagonista sua malgrado è la principessa di turno il Sindaco Domenica Spinelli che deve difendere il suo feudo e la sua gente dall’Impero rosso che ha inviato sul territorio il luogotenente Nadia Rossi. In loco il feudatario in pectore Aldo Sampaolo ha scelto il vassallo Alessandro Leonardi per conquistare il castello.

    Sampaolo ha più volte cambiato strada per Damasco utilizzando il meccanismo delle sliding doors (porte girevoli) e proponendo come scherzo l’assalto alla “Casa dei Corianesi” con un carro armato. Peccato che il tank fosse statunitense e non sovietico come gli atavici retaggi avrebbero consigliato.

    Casa dei Corianesi il municipio che non è di proprietà dell’amministrazione di turno, bensì proprietà della cittadinanza che è l’unica titolare della locazione della democrazia che affitta per determinati periodi (consiliature) ai soggetti politici che la gente sceglie liberamente nel segreto dell’urna.

    Gente che il novello cavaliere indomito del ventunesimo secolo Alessandro Leonardi arringa da un trattore in versione bucolica interpretando a modo suo le istanze della campagna che non vuole essere tuttavia considerata ogni cinque anni perchè l’agricoltura è la risorsa primaria del’economia in quanto la ricchezza deriva dalla terra. La favola continua, almeno fino all’11 giugno, per la gioia di grandi e piccini.

    Salvatore Occhiuto

  • Strage discoteca: fratello Benedetta, deve esserci più sicurezza

    Strage discoteca: fratello Benedetta, deve esserci più sicurezza

    (ANSA) - FANO, 08 DIC - "Mi chiedo se veramente è servita a qualcosa questa tragedia oppure, come si dice, sono solo parole.    Io mi auguro davvero che la vita di mia sorella, di queste 6 persone, perché a loro è costata la vita, a noi famiglie...

    ‘Finalmente a casa’, Ikea pubblicizza poltrona con sosia Merkel

    ‘Finalmente a casa’, Ikea pubblicizza poltrona con sosia Merkel

    Una sosia di Angela Merkel seduta comodamente e la scritta "finalmente a casa". È la pubblicità di una poltrona di Ikea pubblicata dalla Frankfurter Allgemeine Zeitung e dalla Sueddeutsche Zeitung di oggi, nel giorno del giuramento del nuovo cancelliere. La...