Decreto agosto: verso stop pagamenti cartelle fino a fine anno

Lug 25, 2020

  • Condividi l'articolo

    La riscossione dovrebbe riprendere a pieno ritmo solo da gennaio: secondo quanto si apprende da fonti di governo, con il prossimo decreto di agosto dovrebbe essere introdotta una ulteriore proroga per i pagamenti delle cartelle esattoriali (comprese le rate della rottamazione) che a settembre altrimenti sarebbero ripresi. Una riflessione sarebbe in corso anche sul fronte della notifica di nuove cartelle così come sulle proroga dello stop ai pignoramenti. Altra possibile proroga quella della moratoria dei mutui su cui però ancora una decisione definitiva non sarebbe stata presa.

    “Con la parte più consistente delle risorse” del nuovo scostamento da 25 miliardi “intendo fornire ulteriore protezione a lavoratori e imprese in questa fase di ripartenza”,ha detto il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo in un video su Fb illustrando i “principali interventi nel nuovo pacchetto lavoro” che sarà insenrito nel decreto di agosto. Nel provvedimento ci sarà la “proroga di altre 18 settimane di cassa integrazione o in alternativa uno sgravio per quelle aziende che decidono di fare rientrare i propri dipendenti al lavoro, rinnovo dello stop dei licenziamenti incentivi per le nuove assunzioni, rifinanziamento del fondo nuove competenze proroga della Naspi e della discoll”.

       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Stellantis sale al 75% nella società con Gac in Cina

    Stellantis sale al 75% nella società con Gac in Cina

    Stellantis prevede di acquisire una quota di maggioranza nella joint venture con GAC Group in Cina, passando dal 50% a al 75%. Lo rende noto un comunicato, specificando che si tratta di "un cambiamento possibile grazie al nuovo quadro normativo che consente ulteriori...

    Covid: 155.697 positivi, 389 le vittime

    Covid: 155.697 positivi, 389 le vittime

    (ANSA) - ROMA, 27 GEN - Sono 155.697 i nuovi contagi da Covid nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute.    Ieri erano stati 167.206. Le vittime sono invece 389, mentre ieri erano state 426.    Sono 1.039.756 i...