Disse ‘no’ a Salò, i 100 anni di Michele Montagano

Ott 27, 2021

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – CAMPOBASSO, 27 OTT – Disse ‘no’ a ogni forma di
    collaborazione con il Terzo Reich e con la Repubblica di Salò.
        Fu internato in lager nazisti insieme ad altri suoi commilitoni.
        Michele Montagano, classe 1921 di Casacalenda (Campobasso),
    ufficiale del Regio esercito italiano, oggi in occasione del suo
    centesimo compleanno è stato festeggiato dall’Amministrazione
    comunale di Campobasso. “Grazie a lui e a tutti i testimoni che
    hanno dedicato la loro intera vita alla diffusione della verità
    e alla netta condanna dei crimini perpetrati verso l’umanità –
    le parole del sindaco, Roberto Gravina – oggi non esistono più
    alibi per chi vorrebbe fare del revisionismo storico sulla pelle
    di milioni di vittime”. Gravina gli ha consegnato una fascia
    tricolore speciale, da primo cittadino, mentre l’Anpi, con il
    proprio rappresentante Loreto Tizzani, gli ha donato la tessera
    ad honorem dell’Associazione nazionale partigiani. A fine
    cerimonia, Michele Montagano, visibilmente commosso, ha voluto
    ringraziare tutti con poche ma toccanti parole: “Per me l’Italia
    è tutto. Viva l’Italia.” (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Ucraina: Ue a Lavrov, se nuova aggressione gravi conseguenze

    Ucraina: Ue a Lavrov, se nuova aggressione gravi conseguenze

    (ANSA) - BRUXELLES, 02 DIC - L'Alto rappresentante Ue, Josep Borrell, ha incontrato il ministro degli Esteri russo, Serghei Lavrov, a margine della riunione dell'organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (Osce) a Stoccolma. Lo ha reso noto Peter...