FN coi riminesi indigenti sotto la prefettura “Italiani discriminati ed umiliati”

Lug 23, 2017

  • Condividi l'articolo
    Protesta di Forza Nuova contro il nuovo bando milionario della Prefettura di Rimini per l’affidamento del servizio di accoglienza di ben 1250 clandestini.
    Sabato mattina 22 luglio i militanti forzanovisti riminesi si sono dati appuntamento innanzi al palazzo del governo di via IV Novembre per condannare apertamente quello che è stato definito più volte e senza mezzi termini un vero e proprio business dell’accoglienza.
    A spiegare i motivi della protesta è il responsabile regionale Mirco Ottaviani – “53 milioni di euro potrebbero sembrare il jackpot di una lotteria, invece non sono altro che l’ennesimo schiaffo alla dignità di tanti italiani che sopravvivono a stento e per i quali non vi sono mai alloggi popolari o fondi reperibili.”
    “Gli stessi Italiani – specifica – che solo i militanti forzanovisti, nel totale silenzio mediatico e nell’indifferenza di istituzioni e amministrazioni comunali, aiutano quotidianamente con la consegna di generi alimentari attraverso l’associazione Solidarietà Nazionale.”
    Famiglie indigenti che erano anch’esse presenti al presidio di protesta accanto ai forzanovisti e che hanno potuto testimoniare ai passanti le proprie esperienze di discriminazione.
    “Non possiamo tollerare – prosegue Ottaviani – che, mentre il nostro territorio è sempre più in mano alla criminalità straniera e i nostri concittadini sono quotidianamente umiliati e denigrati, cooperative e finte associazioni caritatevoli, gestite dai soliti noti speculatori pronti a riempirsi la bocca di solidarietà ed accoglienza solo per un cospicuo ritorno economico, si trovino a dividersi un malloppo che potrebbe essere destinato a tanti nostri connazionali in difficoltà.”
    “Il popolo Italiano è di fronte ad una scelta – conclude il responsabile – l’estinzione della nostra civiltà e della nostra millenaria cultura sotto i colpi di un’invasione sfrenata oppure un’inversione di rotta con il blocco immediato dell’immigrazione e l’avvio di un celere rimpatrio. Noi non abbiamo dubbi su da che parte stare!”
    Ufficio Stampa
    Forza Nuova Romagna