Incassi -95,8% rispetto 2019, meglio cinema autore

 L’estate non è mai stata un buon periodo per il cinema e quest’anno ancora meno, dopo l’emergenza coronavirus e con le sale ancora in gran parte chiuse o strette nelle misure d’emergenza. Il secondo report Cinetel sui numeri del botteghino dopo i mesi di chiusura dovuti all’emergenza sanitaria segna un -95,8% di incassi rispetto allo scorso anno, in linea con la settimana precedente. Nel weekend 25-28 giugno si sono incassati complessivamente 139.623, leggermente in crescita rispetto alla settimana precedente con 100.337 euro, una cifra che segna un -95,88% rispetto a quella dell’anno scorso nello stesso fine settimana: 3.391.603. D’altronde gli schermi tornati attivi in questi giorni sono finora 540, in crescita rispetto ai 306 della scorsa rilevazione ma erano stati 2.953 nel corrispettivo weekend 2019. Poche le variazioni anche nella programmazione e di conseguenza nella classifica.
    In cima al podio rimane I Miserabili, film di Ladj Ly ispirato alle rivolte di strada di Parigi del 2005, che ha guadagnato quasi 16mila euro. Al secondo posto con quasi 11mila euro c’e’ Favolacce, la favola nera dei fratelli D’Innocenzo con Elio Germano e Barbara Chichiarelli, miglior sceneggiatura al Festival di Berlino. Terza posizione, con oltre 10 mila euro e in crescita il thriller/black comedy sudcoreano Parasite di Bong Joon-ho, Palma d’oro a Cannes 2019 e vincitore di quattro Oscar . Al quarto posto con 8.285 mila euro un film italiano e appena uscito nelle sale, Si muore solo da vivi, di Alberto Rizzi con Alessandro Roja, Alessandra Mastronardi, Neri Marcorè.
    Italiana anche la new entry in quinta posizione, Se un giorno tornerai di Marco Mazzieri con Paolo Pietrobon con 5.321.
    L’altro italiano, la commedia di Aldo, Giovanni & Giacomo Odio l’estate, la troviamo in nona posizione con 3.207 mila euro di incasso. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte