Maltempo, sale a tre il bilancio dei morti in Olanda. Amsterdam sospende tutti voli

Gen 18, 2018

  • Condividi l'articolo

    Sale a tre il bilancio dei morti per il maltempo in Olanda. Si legge nell’edizione online del quotidiano De Telegraaf. Le vittime sono tutti uomini di oltre 60 anni colpiti da rami o da alberi sradicati dal vento, mentre un altro uomo di 34 anni è rimasto gravemente ferito nel crollo di una costruzione.

    E l’aeroporto Schiphol di Amsterdam ha sospeso oggi tutti i voli e le ferrovie nazionali olandesi hanno bloccato tutti i treni a causa della violenta tempesta sul Paese. Lo scalo ha annunciato in un tweet che i voli sono sospesi “fino a nuovo avviso” in seguito al maltempo. La Klm aveva giù annullato oltre 200 voli prima dell’arrivo della tempesta.

    In Germania prima vittima uragano Friederike – L’uragano Friederike ha fatto la sua prima vittima in Nord Reno Vestfalia. E’ un uomo di 59 anni, travolto dalla caduta di un albero ad Emmerich. Intanto il blocco della circolazione ferroviaria in Nord Reno Vestfalia prosegue e sarà prolungato fino al termine del servizio. Fermi i treni anche in Bassa Sassonia, mentre il blocco è parziale in Renania Palatinato. In diverse regioni le lezioni sono state interrotte e le scuole sono state chiuse. E’ accaduto in Turingia, in alcune città del Nord Reno Vestfalia e nell’Oberfranken. Il servizio meterologico tedesco (DWD) ha registrato in Assia e Turingia raffiche di uragano di 120 km/h e sul massiccio dello Harz anche di 203 km/h. “Rimanere a casa se possibile” è il consiglio dei metereologi che si avvicendano sui media. In 7 Laender della Germania è stato dichiarato un livello di allarme di 3 su 4, riferisce Bild.

    Bufera anche in Gb, 50.000 case senza corrente – Ha spazzato anche la Gran Bretagna in queste ore la bufera di vento che imperversa in Europa centro-settentrionale. Nel Regno risulta essere stata colpita in particolare l’Inghilterra orientale con raffiche che nel Norfolk, a nord di Londra, hanno superato nella notte i 130 chilometri all’ora, ma danni e disagi si registrano anche in Galles e un po’ in tutto il Paese: aggravate nel nord, specialmente in Scozia, anche dalla neve che cade copiosa da alcuni giorni. In totale si contano quasi 50.000 case senza corrente elettrica, con alcuni comunità rurali isolate, oltre ad alberi abbattuti, case e veicoli danneggiati, capannoni scoperchiati. Disagi si registrano poi al traffico automobilistico, con avvisi alla massima cautela lungo diverse strade, e a quello ferroviario, con qualche linea temporaneamente interrotta. L’allerta del Met, l’ufficio meteorologico nazionale, si estende in talune aree per l’intera giornata di oggi, ma con una tendenza al miglioramento già in atto a partire da est.

    Un morto in Belgio, schiacciato da albero in auto – I forti venti che stanno battendo il Nord Europa hanno provocato una vittima anche in Belgio. Ne danno notizia i media locali. A perdere la vita è stata una donna sulla quarantina che stava viaggiando con la sua auto su una strada di Grez-Doiceau, a sud-est di Bruxelles, quando un albero si è abbattuto sul suo mezzo.