Migranti, Macron svela il bluff “Nessuno sbarcherà in Francia”

Lug 3, 2017

  • Condividi l'articolo

    Altro che “piena intesa” sul piano di Minniti: il governo francese non avrebbe alcuna intenzione di aprire i propri porti.

    Il piano anti sbarchi di Marco Minniti e la “piena intesa” con Francia e Germania sono solo un bluff.

    A svelarlo solo alcune fonti francesi che ribadiscono come nelle riunione di ieri sera a Parigi il governo francese abbia chiaramente rifiutato l’ipotesi di sbarchi di migranti nei porti del Paese. C’è sì un accordo di massima su un codice di condotta per le Ong – codice che dovrà preparare l’Italia – ma a quanto pare non ci sarebbe nessuna intesa sulla possibilità che la Marina italiana dirotti le navi verso altri Paesi europei.

    Per parte sua la Commissione europea sarebbe pronta a fare uno sforzo finanziario aggiuntivo, in particolare attraverso il Trust Fund per l’Africa, per il quale ha già stanziato 2,6 miliardi di euro contro gli 89 milioni degli Stati membri. La crisi dei migranti in Italia sarà discussa domani dal collegio dei commissari, che avrebbero intenzione di richiamare il governo italiano alle sue responsabilità, in particolare sulla registrazione degli etiopi che potrebbero rientrare nel programma di relocation (la ridistribuzione dei richiedenti asilo verso altri paesi europei). Contrariamente a quanto auspicato da Palazzo Chigi, quindi, la Commissione non ha intenzione di proporre la modifica delle regole che di fatto limitano a siriani e eritrei le nazionalità che possono partecipare al programma. Il Giornale.it

  • Giudice canadese rilascia lady Huawei, è libera

    Giudice canadese rilascia lady Huawei, è libera

    Un giudice canadese ha rilasciato la direttrice finanziaria del colosso cinese delle telecomunicazioni Huawei, Meng Wanzhou, chiudendo il procedimento di estradizione in una breve udienza svolta davanti alla Corte Suprema della British Columbia.   ...

    Fanpage, la Procura di Roma revoca il sequestro del video su Durigon

    Fanpage, la Procura di Roma revoca il sequestro del video su Durigon

    Alla redazione di Fanpage.it è stata notificata la revoca del decreto di sequestro relativo all'inchiesta giornalistica sui fondi della Lega e sull'ex sottosegretario Claudio Durigon. Lo rende noto la stessa testata: "La Polizia Postale ha inviato alla direzione un...