Misano Adriatico. Night club nei guai: 5 ballerine in nero e 8 irregolari

Ago 15, 2017

  • Condividi l'articolo

    I controlli estivi del comando provinciale della Guardia di Finanza ha portato alla scoperta di 108 tra lavoratori ‘in nero’ e irregolari. Nei guai anche un night club di Misano, dove i militari hanno individuato cinque ballerine che lavoravano completamente ‘in nero’, e altre otto invece irregolari. Nel mirino anche un’attività commerciale all’ingrosso gestita da persone di origine cinese, e un centro massaggi – anche questo di orientali – dove operavano una persona in nero e una irregolare. La Guardia di Finanza ha anche fatto controlli in materia di giochi illegali. Tre di questi controlli sono andati a segno a Miramare, dove i militari hanno fermato tre ‘pallinari’ che stavano intrattenendo turisti. I tre (un macedone, un romeno e un uomo di origini campane) sono stati multati con sanzioni amministrative, ed è stato loro sequestrato il materiale utilizzato per l’attività illecita (ciascuno aveva tre campanelle, la pallina e il tappeto d’ordinanza), nonché la somma complessiva di 250 euro, che sarà depositato alla polizia municipale di Rimini. Controllati anche 18 sportelli di money transfer nell’ambito di misure antiterrorismo. 26 i soggetti che sono stati ‘schedati’.

  • Giudice canadese rilascia lady Huawei, è libera

    Giudice canadese rilascia lady Huawei, è libera

    Un giudice canadese ha rilasciato la direttrice finanziaria del colosso cinese delle telecomunicazioni Huawei, Meng Wanzhou, chiudendo il procedimento di estradizione in una breve udienza svolta davanti alla Corte Suprema della British Columbia.   ...

    Fanpage, la Procura di Roma revoca il sequestro del video su Durigon

    Fanpage, la Procura di Roma revoca il sequestro del video su Durigon

    Alla redazione di Fanpage.it è stata notificata la revoca del decreto di sequestro relativo all'inchiesta giornalistica sui fondi della Lega e sull'ex sottosegretario Claudio Durigon. Lo rende noto la stessa testata: "La Polizia Postale ha inviato alla direzione un...