Moody’s conferma il rating dell’Italia: “Ma restano i rischi”

Ott 7, 2017

  • Condividi l'articolo

    Moody’s conferma il racing a “Baa2” con outlook negativo: “Evitata la crisi delle banche, ma pesa incertezza politica”.

    L’Italia cresce, ma restano i rischi. È la valutazione di Moody’s che ha confermato il rating del Belpaese a “Baa2” con outlook negativo.

    Se da una parte il sistema bancario è stabilizzato – ed è stata evitata una crisi profonda – e la crescita sembra più forte, restano alti i rischi. “Nonostante il recente miglioramento è molto probabile che le prospettive di crescita per l’Italia restino moderate nel medio termine“, scrive l’agenzia di rating, secondo cui sul giudizio pesano anche le “incertezze sulle politiche del nuovo governo e sul ritmo delle riforme economiche e fiscali nei prossimi anni”. Incerto anche il ritmo di risanamento del debito pubblico negli anni a venire.

    Moody’s ha anche valutato la crisi catalana. Per l’agenzia di rating, l’indipendenza della Catalogna avrebbe un ampio impatto negativo dal punto di vista del merito di credito per un vasto numero di emittenti bond in Spagna e nella regione. Secondo gli analisti una secessione non è probabile, ma “non può essere esclusa nel lungo periodo” perché “la situazione resta fluida”.

  • Hereafter, documentario su Glenn Gould proiettato a Bologna

    Hereafter, documentario su Glenn Gould proiettato a Bologna

    (ANSA) - BOLOGNA, 25 SET - La rassegna cinematografica 'Vite straordinarie' di Musica Insieme prosegue, il 26 settembre alle 18 all'Oratorio di San Filippo Neri di Bologna, con un film dedicata a uno dei più grandi pianisti di tutti i tempi, il canadese Glenn Gould....

    Fisco:scade la precompilata, si pagano bollo auto e cartelle

    Fisco:scade la precompilata, si pagano bollo auto e cartelle

    A fine mese scadono i termini di diversi obblighi fiscali. Si comincia da martedì 28 settembre, ultimo giorno per le persone fisiche di consegnare il modello Redditi Persone Fisiche 2021 in formato cartaceo alle poste mentre il 30 settembre è la scadenza per la...