Moscovici: “I deficit di Francia e Italia non paragonabili”. Salvini: “No figli e figliastri”

Dic 18, 2018

  • Condividi l'articolo

    Il Commissario agli Affari Economici Ue, Pierre Moscovici torna a mettere nel mirino l’Italia. Dura la replica di Salvini

    Ancora una volta boccia la manovra presentata dal governo: “Sto lavorando per evitare sanzioni sulla manovra. L’Unione Europea – ha sostenuto – sta tentando di trovare la soluzione per evitare sanzioni. Sono fiducioso. Stiamo lavorando senza sosta per fare in modo che l’Italia realizzi le politiche che desidera rispettando le regole”. Poi torna alla carica e dfende la “sua” Francia che con le nuove misure annunciate da Macron sforerà quasi certamente il tetto del 3 per cento del rapporto deficit/Pil.

    Anche questa volta Moscovici sottolinea che il caso Francia “è diverso” da quello italiano: “I deficit di Francia e Italia non sono comparabili. Ci sono due grandi differenze tra Francia e Italia: in Francia c’è un’emergenza sociale, misure eccezionali, con un anno di superamento temporaneo. È consentito dalle regole. Nel caso dell’Italia, esiste una politica di rilancio di 3 anni”. E alle parole “pro-Francia” di Moscovici ha risposto in modo chiaro il vicepremier Matteo Salvini che a “Quarta Repubblica”, il talk show su Rete 4 condotto da Nicola Porro, non usa giri di parole: “Mi auguro – ha sottolineato Salvini – che a Bruxelles ci sia buonsenso e non ci siano figli e figliastri, che a noi ci contino anche i peli nel naso mentre i francesi possano spendere e spandere. A Natale sono tutti più buoni, spero lo sia anche Juncker”.

  • Serie A: Napoli-Atalanta; formazione

    Serie A: Napoli-Atalanta; formazione

    Raffica di infortuni, Covid che non dà tregua e il Napoli che, sia pure tra mille difficoltà, mantiene il primato in classifica e cerca in ogni modo di non farsi mettere la testa davanti da Milan e Inter. Al Maradona arriva l'Atalanta, la squadra più in forma del...

    Serie A: Roma-Inter, formazioni

    Serie A: Roma-Inter, formazioni

    L'Inter mette nel mirino Napoli e Milan, ma di fronte ha uno scoglio che riporta al passato. Domani sarà infatti la prima sfida di José Mourinho contro i nerazzurri, anche se l'amarcord interessa relativamente al tecnico interista Simone Inzaghi, che guarda più...