Ospedali di Riccione e Cattolica: nuove nomine

 

Nuove nomine per la sanità di Riccione e Cattolica. La Direzione generale dell’Ausl della Romagna ha ufficializzato cinque incarichi di direzione per la guida di altrettante strutture complesse.

Si tratta del dottor Riccardo Varliero, scelto a capo del Distretto Sanitario di Riccione, del dottor Andrea Lucchi, nuovo direttore dell’unità operativa di Chirurgia generale dell’ospedale Ceccarini, della dottoressa Rosa Intermite, nominata direttore dell’Unità Operativa Pronto Soccorso e Medicina d’urgenza di Riccione, della dottoressa Eleonora Renzi, designata alla guida del reparto di Radiologia di Riccione e del dottor Paolo Paladini che ha assunto l’incarico di direttore dell’Unità Operativa di Chirurgia ortopedica della spalla dell’ospedale di Cattolica.

I neo direttori sono stati presentati ufficialmente questa mattina, nel corso di una conferenza stampa che si è svolta all’ospedale Ceccarini alla presenza del direttore generale dell’Ausl Romagna Tiziano Carradori, del direttore sanitario dell’Ausl Romagna Mattia Altini e del direttore del presidio ospedaliero di Riccione e Cattolica, Bianca Caruso.

“Si è data una guida stabile e definitiva a strutture molto importanti per i territori di Riccione e Cattolica e per tutta l’Azienda sanitaria della Romagna – ha affermato Tiziano Carradori -, sono tutti professionisti che hanno dimostrato grandi attitudini e capacità avendo già da qualche tempo ricoperto questi ruoli come facenti funzione e sono pertanto certo che assolveranno compiutamente i loro compiti”.

Il direttore sanitario Altini invece ha ricordato che “quando questa Direzione si è insediata in Romagna c’erano 54 strutture complesse non coperte. Con grande impegno, in pochi mesi, siamo riusciti a coprirne circa la metà. E’ un risultato importante”. La dottoressa Caruso ha sottolineato infine che “per gli ospedali di Riccione e Cattolica è una giornata importante. Queste nuove nomine  rappresentano un investimento importante per la continuità e lo sviluppo dei servizi”.

 

Ecco chi sono i cinque nuovi direttori di Distretto e Unità operativa:

Riccardo Varliero: riminese, è laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Bologna, con specializzazione in Tisiologia e Malattie dell’apparato respiratorio presso l’Università di Bologna e in Igiene e Medicina Preventiva presso l’Università di Modena. Inizia a lavorare all’Azienda Usl di Rimini nel 1993, ricoprendo dal 2000 al 2007 l’incarico di Direttore del Dipartimento di Cure Primarie e della Medicina del Territorio nonché del modulo organizzativo dei Medici di Medicina Generale e della Specialistica Ambulatoriale; dal 2007 al 2010 è Direttore del Distretto di Rimini e successivamente nel 2010 viene nominato Direttore del Dipartimento di Cure Primarie di Ravenna, ruolo che ricopre fino al 2017, anno in cui passa alla guida dell’Unità Operativa di Cure Primarie di Forlì Cesena e della Direzione del Dipartimento Cure Primarie e Medicina di Comunità  di Forlì Cesena. Referente scientifico del progetto sulla realizzazione nelle Case della Salute degli ambulatori a gestione infermieristica per i pazienti affetti da Bronco Pneumopatia Cronica Ostruttiva;  è stato anche responsabile del progetto formativo per medici e infermieri coinvolti nell’implementazione di ambulatori territoriali per la gestione del paziente con patologia cronica e coordinatore nonché componente a tutt’oggi di diversi gruppi di lavoro aziendali e regionali inerenti l’ambito della medicina territoriale e la sua integrazione coi servizi ospedalieri. Al suo attivo ha docenze e relazioni a corsi e convegni regionali e nazionali.

Andrea Lucchi: cesenaticense, già direttore facente funzione dell’unità operativa di Chirurgia Generale di Riccione dal 2018, si laurea in Medicina e Chirurgia nel 2000 presso l’Università degli Studi di Bologna. Negli anni della specializzazione, conseguita a Bologna nel 2006, si è occupato anche di chirurgia dell’obesità. Nel 2007 è titolare di Incarico libero professionale di Chirurgia Generale presso il servizio di Chirurgia Videolaparoscopica Avanzata  dell’Azienda Sanitaria Santa Maria Nuova di Reggio Emilia e successivamente come dirigente medico presso il modulo di Chirurgia Generale dell’Ospedale S.Salvatore di S. Giovanni in Persiceto di Bologna. Nel 2008 il suo arrivo in Romagna, dove assume l’incarico di dirigente medico di medicina e Chirurgia d’urgenza all’ospedale Franchini di Santarcangelo e successivamente presso la Chirurgia Generale di Riccione. Ad aprile 2021 la nomina a direttore dell’unità operativa riccioneseNel corso della sua carriera professionale il dottor Lucchi ha maturato una consolidata esperienza nell’ambito della chirurgia mininvasiva e della chirurgia videolaparoscopica avanzata. Dopo un observership alla Cleveland Clinic di Cleveland, Ohio negli USA  è diventato membro dal 2015 dell’American College of Surgeons, la più importante associazione di chirurghi statunitense.  Per il suo impegno nell’applicazione e sviluppo dei protocolli ERAS (Enhanced Recovery After Surgery” ovvero miglior recupero dopo un intervento chirurgico) è stato premiato nel 2016 dall’American College of Surgeons di San Diego (California) con la prestigiosa borsa di studio dal titolo NSQIP International Scholarship riservata a due chirurghi internazionali. E’ autore e coautore di numerose pubblicazioni scientifiche di rilievo nazionale e internazione e ha partecipato in qualità di discente e docente a numerosi congressi anche oltreoceano.

Rosa Intermite: nata a Taranto, si laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Siena nel 1991 per poi conseguire la specializzazione in Chirurgia generale e specialità chirurgiche. Durante gli studi  ha maturato conoscenze teoriche, scientifiche e professionali non solo in chirurgia generale e d’urgenza, ma anche in chirurgia vascolare prestando attività sul campo anche presso l’Istituto di Fisiopatologia vascolare del S. Orsola di Bologna ampliando e consolidando le sue acquisizioni in campo diagnostico vascolare e soprattutto nella diagnostica per immagini. Prosegue nel 2000 l’attività  in Medicina e Chirurgia d’ Urgenza con rapporto esclusivo presso il Pronto Soccorso e la Medicina d’Urgenza dell’Ospedale Ceccarini di Riccione. Nel 2018 chiamata in qualità Responsabile Medico al Punto di Primo Intervento dell’ospedale Cervesi di Cattolica per occuparsi dell’attività clinica e formativa medico-infermieristica, dei turni del personale medico, della qualità e  accreditamento. Nel 2020 assume la guida dell’Unità Operativa Pronto Soccorso e Medicina d’urgenza dell’ospedale Ceccarini di Riccione come facente funzione. La dottoressa Intermite ha una esperienza pluriennale nell’ambito della Medicina d’Urgenza, vantando in particolare competenza nella gestione delle situazioni critiche, della rianimazione cardiopolmonare, della sedazione di emergenza, nel trattamento delle ferite traumatiche  e nell’utilizzo di apparecchiature per la gestione dell’emergenza. Dal 2016 in qualità di membro del Gruppo di lavoro sulla qualità e l’accreditamento del Dipartimento emergenza ha contribuito alla stesura e alla diffusione di numerose procedure di triage, pronto soccorso, osservazione breve intensiva, medicina d’urgenza, alla formazione  base e progetti di diffusione sulla violenza di genere. All’attività clinica la dottoressa Intermite ha affiancato negli  anni anche una intensa attività didattica presso il Centro Interdisciplinare di Ricerca dell’Istituto di Chirurgia generale e specialità chirurgiche dell’Università di Siena. E’ autrice numerose pubblicazione di carattere scientifico edite in riviste italiane e estere.

Eleonora Renzi: già direttore pro tempore della struttura complessa Unità Operativa Radiologia dell’ospedale di Riccione dal 2019, è  nata a San Clemente di Rimini. Dopo la laurea in Medicina e Chirurgia conseguita nel 1990 presso l’Università degli Studi di Bologna, ottiene la specializzazione con lode in Radiodiagnostica e Scienze dell’Immagine presso l’Università di Modena e poi anche il diploma in perfezionamento in programmazione, organizzazione e gestione delle aziende e dei servizi sanitari presso l’Università Cattolica di Roma. Nel 1996 inizia a lavorare, dopo un breve periodo in radiologia a Rimini, all’ospedale di Riccione dove nel 2019 assume l’incarico professionale qualificato tecnico gestionale di secondo livello in radiologia oncologica. La sua esperienza professionale è stata rivolta inizialmente all’ambito senologico, sia clinico sia di screening per poi sviluppare competenze specifiche anche nell’ambito della patologia osteoarticolare ed interventistica extra vascolare. Ha conoscenze approfondite in mammografia, ecografia, tac e risonanza magnetica e biopsie trans toraciche, tac guidate e infiltrazioni eco guidate in articolazione. Collabora con la chirurgia della spalla sviluppando percorsi clinico diagnostici funzionali allo studio della patologia traumatica – degenerativa protesica di spalla. Svolge anche attività didattica nel campo della diagnostica per immagini in patologia di spalla al Master di Chirurgia della spalla dell’Alma mater di Bologna. E’ autrice di numerose pubblicazioni scientifiche e ha partecipato, anche in qualità di relatore, a innumerevoli corsi e convegni medici.

Paolo Paladini: nato a Lecce, si è laureato con il massimo dei voti cum laude in medicina e Chirurgia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, con specializzazione in Ortopedia e Traumatologia conseguita presso l’Università degli Studi di Ancona. Dal 2005 è In forza all’Unità operativa di Chirurgia Ortopedica della Spalla dell’ospedale di Cattolica, assumendone ad aprile 2018, fino ad oggi, la direzione pro tempore. Nel corso della sua attività professionale il dottor Paladini ha eseguito numerosi interventi ortopedici di elevata complessità, dagli interventi ricostruttivi, su frattura, come sintesi o protesi alle artroscopie per lesioni tendinee e instabilità. Ha introdotto in sala operatoria  tecniche chirurgiche innovative, come le trasposizioni muscolari anteriori che portano il suo nome, che hanno portato il reparto ad essere un punto di riferimento nazionale per queste particolari situazioni cliniche. Collabora attivamente con le strutture intra ed interdipartimentali, in particolare con il reparto di chirurgia del sistema nervoso periferico nell’attività ambulatoriale e chirurgica su pazienti con problematiche inerenti la branca neurochirurgica. Autore di numerose pubblicazione scientifiche su riveste nazionali ed internazionali, con h-index di 21. Da Gennaio 2021 ha assunto il ruolo di presidente della Società Italiana di Chirurgia della Spalla e del Gomito (SICSeG). Dal 2015 al 2019 è stato membro della Commissione East European Support della Società Europea della Chirurgia della Spalla e del Gomito (SECEC – ESSSE) e dal 2019 è presidente della Commissione Educational della stessa società. Ha svolto anche attività docenza al master Universitario di secondo livello in Chirurgia Artroscopica per l’università di Milano – Bicocca (2010- 2011) e al master di primo livello presso l’università di Bologna in Biomeccanica, patologia e trattamento delle patologie dell’arto superiore (2011-2012 e 2017-2018).