Proactiva Opena Arms è nel Mediterraneo e chiede un attracco nel nostro Paese. Dopo il no di Malta, arriva quello di Roma. Salvini: “Chiusi i porti italiani”

Dic 22, 2018

  • Condividi l'articolo

    Proactiva Open Arms continua a sfidare il governo italiano. Dopo aver salvato almeno 300 migranti nel Mediterraneo nelle ulrime 24 ore, ha chiesto l’intervento della Guardia Costiera di Malta per l’evacuazione di un nenonato che si trovava a bordo della nave.

    Il bambino era stato soccorso dall’equipaggio della nave dell’ong spagnola dopo aver trascorso 24 ore in mezzo al mare. Le autorità maltesi si sono attivate e hanno trasportato il bimbo sull’isola.

    Ma archiviato il salvataggio del piccolo, Open Arms è tornata alla carica chiedendo lo sbarco dei 300 migranti attualmente a bordo in uno dei porti italiani. La risposta del Viminale però non si è fatta attendere. Il ministro degli Interni, Matteo Salvini non ha usato giri di parole: “La nave Open Arms, di Ong spagnola con bandiera spagnola, ha raccolto 200 immigrati e ha chiesto un porto italiano per farli sbarcare, dopo che Malta (dopo aver fatto giustamente sbarcare una donna e un bambino) ha detto di no. La mia risposta è chiara: i porti italiani sono chiusi! Per i trafficanti di esseri umani e per chi li aiuta, la pacchia è finita”. Si apre dunque un nuovo braccio di ferro sul fronte ong.

  • Serie A: Napoli-Atalanta; formazione

    Serie A: Napoli-Atalanta; formazione

    Raffica di infortuni, Covid che non dà tregua e il Napoli che, sia pure tra mille difficoltà, mantiene il primato in classifica e cerca in ogni modo di non farsi mettere la testa davanti da Milan e Inter. Al Maradona arriva l'Atalanta, la squadra più in forma del...

    Serie A: Roma-Inter, formazioni

    Serie A: Roma-Inter, formazioni

    L'Inter mette nel mirino Napoli e Milan, ma di fronte ha uno scoglio che riporta al passato. Domani sarà infatti la prima sfida di José Mourinho contro i nerazzurri, anche se l'amarcord interessa relativamente al tecnico interista Simone Inzaghi, che guarda più...