“Pronti alla guerra contro Salvini”. E Salvini risponde ai migranti

Set 17, 2018

  • Condividi l'articolo

    “Noi siamo una soluzione per l’Italia. Perché prima delle migrazioni l’Italia non era così.

    Il governo non avevano quasi nulla: con l’immigrazione sono riusciti a competere con i Paesi europei. Ma oggi vogliono scambiare la soluzione con il problema. Noi siamo pronti ad andare alla guerra contro Salvini e Di Maio”. A dirlo è un giovane straniero che, insieme ad altri, è sceso in piazza per una manifestazione – scrive l’Adnkronos – “contro il governo, il razzismo e per i diritti dei migranti”.

    Il video è stato pubblicato da Matteo Salvini sulla sua pagina Facebook. Non è ancora chiaro dove sia avvenuto il fatto, forse – a un primo confronto di alcune fotografie e del video (guarda qui) – potrebbe essere il corteo del 12 giugno a Napoli. Di certo c’è che le parole dello straniero che ha il microfono in mano hanno provocato la reazione social del ministro dell’Interno. Che oggi ha deciso di rispondere punto su punto alle frasi del giovane, riportando così quelle immagini all’attualità.

    “Io non faccio nessuna guerra, invece – scrive l’inquilino del Viminale – Applico solo il buonsenso: un’immigrazione con regole, controlli e integrazione è un fattore positivo, l’invasione di centinaia di migliaia di presunti profughi, consentita da chi ci ha preceduto, no”. Il Giornale.it

  • Furto in casa vicino a Frosinone, uomo spara e uccide ladro

    Furto in casa vicino a Frosinone, uomo spara e uccide ladro

     Un uomo è stato ucciso con un colpo di fucile a Santopadre, in provincia di Frosinone. Sulla vicenda sono in corso indagini dei carabinieri. Da una primissima ricostruzione si ipotizza che si possa trattare di un tentativo di furto finito in tragedia. Non si...

    Obama-Springsteen: siamo qui per dare voce agli esclusi

    Obama-Springsteen: siamo qui per dare voce agli esclusi

    (ANSA) - ROMA, 25 OTT - Non essere un outsider, ma dare voce agli esclusi, allargare la comunità e diffondere valori positivi. Questo l'aspetto più importante della "missione" portata avanti da Barack Obama e Bruce Springsteen, secondo quanto spiegato da loro stessi...