Psg, Mbappé si presenta: “Volevo restare al Monaco, ma poi…”

Set 6, 2017

  • Condividi l'articolo

    Presentazione del francese da 180 milioni: “E’ successo qualcosa che mi ha fatto cambiare idea. Presto lo dirò. Qui torno nello stadio della mia infanzia”

    “Torno nello stadio della mia infanzia”. Per Kylian Mbappé l’arrivo al Paris Saint Germain è la chiusura del cerchio. Nato a Parigi, il Parco dei Principi è sempre stato nei pensieri del 18enne attaccante francese che la ricca proprietà qatariota ha strappato a suon di milioni alla concorrenza delle big d’Europa. “Ho già avuto modo di parlare con l’allenatore – si è presentato oggi a stampa e tifosi Mbappé -. Voglio fare ancora meglio della scorsa stagione, qui avrò tanto da imparare con tutti questi grandi giocatori e mi guida la voglia di vincere tutto”. Eppure, rivela il giocatore, “al termine della scorsa stagione avevo deciso di rimanere al Monaco. Poi, però, sono successe delle cose che mi hanno fatto cambiare idea. Cosa? Ne parlerò a tempo debito, so che molte persone attendono di saperlo ma presto ne parlerò”.
    NEYMAR — Il giocatore nega qualsiasi dissidio col vicepresidente Vasilyev (“Ho grande rispetto per lui”) e preferisce concentrarsi su questa nuova avventura. “Sono ambizioso e voglio migliorare continuamente. L’arrivo di Neymar al Psg non ha condizionato la mia scelta perché questo era un progetto che mi interessava già da prima, c’era stato qualcosa prima ancora di Neymar. Poi è ovvio che averlo come compagno di squadra è un vantaggio, è incredibile poter giocare con un campione del suo livello. Ma la mia scelta non si è basata su Neymar. Arrivo tra l’altro in uno spogliatoio ricco di titoli, io ho il palmares più esiguo, devo perciò farmi piccolo e imparare”.
    IL REAL — A chi gli chiede dell’interesse del Real Madrid, Mbappé replica che a tutti i club che lo avevano contattato aveva espresso la volontà di restare al Monaco “ma poi, come ho detto, è successo qualcosa che mi ha fatto cambiare idea. I miei avvocati hanno pesato i pro e i contro di ogni proposta e ho scelto il Psg perché era il progetto che mi avrebbe permesso più di tutti gli altri di crescere e vincere. Ho fame di titoli”.
    KHELAIFI RISPONDE ALLA UEFA — – Intanto Nasser Al-Khelaifi, durante la presentazione alla stampa del giocatore, fa spallucce davanti all’inchiesta aperta a Nyon nei confronti del Paris Saint Germain nell’ambito del fair-play finanziario: “Ho detto alla Uefa che la porta del mio ufficio è aperta, non abbiamo niente da nascondere”. L’acquisto di Neymar per 222 milioni di euro e l’arrivo di Mbappé con la formula del prestito con obbligo di riscatto a 180 milioni in caso di salvezza hanno fatto gridare allo scandalo: “Se gli altri club sono arrabbiati, non è un mio problema – la replica del massimo dirigente del Psg – Non voglio entrare nei dettagli ma siamo convinti di aver operato nel rispetto delle regole”. Gazzetta.it
  • E.League: Sarri, piccolo passo in avanti ma sconfitta brucia

    E.League: Sarri, piccolo passo in avanti ma sconfitta brucia

    (ANSA) - ROMA, 16 SET - "Abbiamo fatto un passo in avanti rispetto a quella di domenica, siamo rimasti nel match, tutto era sotto controllo. Poi gli errori fanno parte di questo sport e li paghiamo. Ci dispiace ferocemente della sconfitta, il girone è in salita". Così...

    Nubifragio a Malpensa, persone salvate da auto e scalo

    Nubifragio a Malpensa, persone salvate da auto e scalo

    (ANSA) - VARESE, 16 SET - Dieci persone sono state tratte in salvo dai Vigili del Fuoco, dopo essere rimaste intrappolate nelle loro auto, nel perimetro esterno dell'aeroporto internazionale di Milano Malpensa (Varese), a causa di allagamenti causati da un violento...