Riccione. 6 mesi di carcere preventivo con l’accusa di violenza sui minori: probabilmente è innocente, si attende il verdetto

Ago 1, 2017

  • Condividi l'articolo

    Era stato etichettato troppo presto come orco. A far scattare le manette intorno ai polsi dell’uomo, un ecuadoregno, erano state le accuse della madre della piccola che aveva notato delle tracce di sangue sulle mutandine della figlia. La mamma aveva puntato il dito contro l’amico del marito che si trovava in auto, seduto nei sedili posteriori, con la piccola accanto. Stando alle accuse, l’uomo avrebbe messo una mano nello slip della piccola, procurandole delle lesioni. A quanto pare tuttavia la bimba di 6 anni interrogata avrebbe fornito una versione diversa della situazione e così l’uomo è stato scarcerato. La situzione è aggiornata al 26 settembre quando è atteso il verdetto, anche se le novità e gli ultimi riscontri fanno ovviamente propendere per l’assoluzione dell’imputato che si è giù comunque fatto 6 mesi di carcere preventivo.

  • Twitter patteggia azione legale, paga 809,5 milioni

    Twitter patteggia azione legale, paga 809,5 milioni

    Twitter patteggia il pagamento di 809,5 milioni di dollari per risolvere la class action con la quale è stata accusata di aver ingannato gli investitori nel 2015 sui dati relativi agli utenti. Gli azionisti hanno accusato la società che cinguetta di averli...

    Pugilato: Irma Testa in cattedra ad Assisi racconta Tokyo

    Pugilato: Irma Testa in cattedra ad Assisi racconta Tokyo

    (ANSA) - ROMA, 20 SET - Da Tokyo a scuola. La squadra olimpica e la storica medaglia di bronzo Irma Testa sono stati protagonisti di un incontro nella scuola 'G.Alessi' di Santa Maria degli Angeli ad Assisi (Perugia), promosso dalla Fpi, col supporto dell'European...