RICCIONE. BRUTALE AGGRESSIONE E RAPINA AD UN TURISTA MODENESE. ARRESTATO L’AUTORE  

Questa mattina all’alba i Carabinieri della Stazione di Riccione si sono presentati alla porta dell’abitazione del giovane autore della rapina perpetrata lo scorso 20 febbraio in danno di un turista ed hanno provveduto ad eseguire in ordine di custodia cautelare – in regime di arresti domiciliari – emesso dal GIP del Tribunale di Rimini su richiesta del PM Dott. Stefano Celli.

E.Z., pesarese classe 2002, pregiudicato, è stato identificato compiutamente e riconosciuto dalla vittima del reato quale autore materiale della brutale ed inspiegabile aggressione subita in via Catullo mentre era in compagnia della sua ragazza, a bordo della propria autovettura.

In particolare, mentre era fermo in prossimità dell’attraversamento pedonale, era stato accerchiato da un gruppo di giovani di origine nordafricana ed uno di questi – E.Z. – avvicinatosi allo sportello lo aveva colpito con un pugno al volto, provocandogli una vistosa ferita all’arcata sopraccigliare sx, successivamente medicata da personale 118, intervenuto in loco, e giudicata guaribile con prognosi di gg. 10 s.c.. Subito dopo, ancora tramortito dai colpi ricevuti, l’uomo si era accorto di essere stato derubato dei propri occhiali da sole. Quindi aveva richiesto l’intervento sul posto dei carabinieri, i quali, raccolta la descrizione dell’aggressore, avevano condotto una immediata attività di ricerca che aveva consentito, nel corso della serata, di rintracciare ed identificare l’aggressore.

Per il giovane arrestato sono così scattati gli arresti domiciliari per il reato di rapina aggravata e nei prossimi giorni sarà sottoposto al rituale interrogatorio di garanzia.