Riccione. Coca nelle disco e nei ristoranti: tutti prosciolti dopo tredici anni

L’operazione denominata “Pastoia 2” nel 2007 portò all’arresto di quindici persone, tra cui anche il gestore di una nota discoteca riccionese. Questi nel 2011 fu giudicato con rito abbreviato e venne assolto al pari di altri quattro imputati, due dei quali di origine siciliana. Nello stesso contesto dell’udienza preliminare, invece, furono condannate in primo grado a pene severe (comprese tra cinque e otto anni) tre persone, tra cui un ristoratore riccionese che all’epoca gestiva un locale in viale Dante e uno dei suoi camerieri. Per tutti gli altri  è arrivato ora il proscioglimento dopo quattordici anni dall’accusa di aver fatto parte di una rete di spaccio che alimentava il fabbisogno del mondo della notte della riviera romagnola e, indirettamente, le casse della mafia.