Riccione. Controlli specifici sulle targhe straniere da parte della stradale

Gen 7, 2019

  • Condividi l'articolo

    Nell’ambito delle mirate campagne organizzate dal Servizio Centrale di Polizia Stradale, volte ad innalzare i livelli di sicurezza sulle strade con dedicati servizi per contrastare i comportamenti di guida più pericolosi e spesso causa degli incidenti stradali più gravi, per le festività appena trascorse è stata predisposta a livello nazionale, una mirata attività lungo le principali arterie e barriere autostradali nazionali per il controllo delle condizioni psicofisiche dei conducenti.

    Specifica attenzione è stata rivolta al territorio della nostra provincia, che particolarmente vocato al turismo e divertimento ha registrato un notevole afflusso di persone attratte dalle numerose iniziative e manifestazioni organizzati in particolar modo per i festeggiamenti della notte di san Silvestro.

    Anche per l’appena trascorso fine settimana, le consuete pattuglie per la vigilanza delle principali arterie sono state incrementate con ulteriori equipaggi dedicati a mirati servizi di controllo che hanno registrato i seguenti risultati.

    Nella serata del 3 gennaio nell’ambito delle verifiche di veicoli circolanti in Italia con targhe straniere, una pattuglia della Sezione Polizia Stradale di Rimini procedeva al controllo di un’autovettura Mini Countyman con targa spagnola condotta da tale S.S. classe 77 originario di Matera.

    Agli agenti subito saltava agli occhi che la targa di immatricolazione spagnola apposta sul veicolo non presentava i sistemi di sicurezza caratteristici di quello Stato pertanto immediatamente sono state avviate opportune verifiche mediante l’incrocio dei dati estrapolati dalle banche informatiche in uso che rafforzavano i dubbi sulla genuinità dell’immatricolazione.

    L’intervento da parte del personale della squadra di polizia giudiziaria della polizia stradale permetteva di svolgere più accurati e tecnici accertamenti risalendo così ad un contraffazione del numero di telaio impresso sull’autovettura che unitamente a falsi documenti simulava una pseudo immatricolazione spagnola.

    L’autovettura invece è risulta proveniente da furto in Italia nell’anno 2016 ai danni di una signora di Roma alla quale è stata restituita, mentre il conducente è stato deferito in stato di libertà per il reato di ricettazione.

    VERSO LE ORE 23.00 DEL 4 GENNAIO, UNA PATTUGLIA IN SERVIZIO DI VIGILANZA STRADALE DELLA SOTTOSEZIONE POLIZIA STRADALE DI RICCIONE, SULLA VIA FIUME NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI CATTOLICA, PROCEDEVA AL CONTROLLO DI UN AUTOVETTURA MINI ONE OVE ALL’INTERNO PRENDEVANO POSTO DUE GIOVANI DI SESSO MASCHILE. ALLA RICHIESTA DEI RELATIVI TITOLI AUTORIZZATIVI PER LA CIRCOLAZIONE AL CONDUCENTE E D’IDENTITA’ AL TRASPORTATO, AL PERSONALE OPERANTE SORGEVANO IMMEDIATAMENTE DUBBI SULLA LEGITTIMITA’ DELLA PRESENZA E SULLA CIRCOLAZIONE IN QUANTO IL TRASPORTATO DICHIARAVA DI NON AVERE AL SEGUITO NESSUN TIPO DI DOCUMENTO PERSONALE E IL CONDUCENTE FORNIVA SOLO LA PROPRIA CARTA D’IDENTITA’ ASSERENDO CHE L’AUTOVETTURA ERA DI PROPRIETA’ DELLA FIDANZATA, DI AVER DIMENTICATO LA PATENTE DI GUIDA E GIUSTIFICANDO LA CIRCOLAZIONE CON APPROSSIMATIVE DICHIARAZIONI SULLA DESTINAZIONE. AVVIATI GLI OPPORTUNI ACCERTAMENTI MEDIANTE LE BANCHE DATI IN DOTAZIONE, GLI OPERATORI POTEVANO CONSTATARE CHE IL SIG. S.G. classe 1993 RESIDENTE NEL COMUNE DI GRADARA SI ERA ARBITRARIAMENTE ALLONTANATO DALLA SUA RESIDENZA OVE ERA SOTTOPOSTO AGLI OBBLIGHI DEGLI ARRESTI DOMICILIARI ED INOLTRE STAVA CIRCOLANDO ALLA GUIDA DELL’AUTOVETTURA SPROVVISTO DELLA PATENTE DI GUIDA NON PERCHE’ DIMENTICATA ALTROVE MA BENSI’ PERCHE’ MAI L’AVEVA CONSEGUITA.

    PER QUANTO SOPRA EMERSO IL GIOVANE, OLTRE ALLA SANZIONE AMMINISTRATIVA DI EURO 5.110 PER GUIDA SENZA PATENTE, E’ STATO DENUNCIATO IN STATO D’ARRESTO E, COME DISPOSTO DAL MAGISTRATO DI TURNO, TRATTENUTO PRESSO LE CAMERE DI SICUREZZA DELLA QUESTURA DI RIMINI PER ESSERE TRADOTTO NELLA MATTINATA DI SABATO 5 GENNAIO INNANZI ALLA LOCALE A.G. PER L’UDIENZA DI CONVALIDA E CONTESTUALE GIUDIZIO.

    NEL CONVALIDARE LA MISURA PROVVISORIA DELL’ARRESTO, IL GIUDICE HA INFLITTO UN INCREMENTO DELLA PENA DI ULTERIORI ANNI 1 MESI 1 E GIORNI 10,   RIPRISTINANDO LA DETENZIONE IN REGIME DI ARRESTO DOMICILIARE.

    L’AUTOVETTURA E’ STATA SOTTOSPOSTA AL VINCOLO DEL FERMO AMMINISTRATIVO PER TRE MESI E DATA IN AFFIDAMENTO PER LA CUSTODIA ALLA FIDANZATA E PROPRIETARIA NEL FRATTEMPO ERA GIUNTA SUL POSTO.

    SI POTEVA RISALIRE ALTRESI’ ALLE ESATTE GENERALITA’ DEL TRASPORTATO IDENTIFICATO PER F.L. classe 1988 DI ORIGINI DEL NAPOLETANO CHE RISULTAVA ESSERE DOMICILIATO PRESSO UNA STRUTTURA PROTETTA DI FIRENZE.

     

    IN TOTALE I VARI EQUIPAGGI HANNO CONTROLLATO 78 VEICOLI E IDENTIFICATO 106 PERSONE, CONTETATO 34 VIOLAZIONI ALLE VARIE NORME DEL CODICE DELLA STRADA DI CUI DUE PER GUIDA IN STATO DI EBBREZZA ALCOOLICA, CON IL RITIRO DI 3 DOCUMENTI DI GUIDA E DECURTANDO 62 PUNTI.

    SONO INTERVENUTI ANCHE IN OCCASIONE DI 3 INCIDENTI STRADALI DOVE HANNO RIPORTATO LESIONI FORTUNATAMENTE NON GRAVI 7 PERSONE E 2 INCIDENTI STRADALI CON SOLI DANNI ALLE COSE.

     

  • Serie A: Napoli-Atalanta; formazione

    Serie A: Napoli-Atalanta; formazione

    Raffica di infortuni, Covid che non dà tregua e il Napoli che, sia pure tra mille difficoltà, mantiene il primato in classifica e cerca in ogni modo di non farsi mettere la testa davanti da Milan e Inter. Al Maradona arriva l'Atalanta, la squadra più in forma del...

    Serie A: Roma-Inter, formazioni

    Serie A: Roma-Inter, formazioni

    L'Inter mette nel mirino Napoli e Milan, ma di fronte ha uno scoglio che riporta al passato. Domani sarà infatti la prima sfida di José Mourinho contro i nerazzurri, anche se l'amarcord interessa relativamente al tecnico interista Simone Inzaghi, che guarda più...