Riccione. Controllo biglietti sul treno, ghanese dà in escandescenza e aggredisce operatori

Due arresti della Polizia

nelle stazioni di Fidenza e Riccione

 

Giorni particolarmente intensi per il personale della Polizia di Stato in servizio presso il Compartimento Polizia Ferroviaria per l’Emilia Romagna che, in concomitanza del primo grande esodo estivo di fine luglio, ha intensificato i servizi di prevenzione e repressione dei reati sia a bordo dei treni che negli impianti ferroviari, assicurando la tutela agli utenti che, in questi particolari fine settimana, aumentano in maniera esponenziale.

In particolare nella giornata di ieri gli Agenti del Posto di Polizia Ferroviaria di Fidenza (PR), in collaborazione con un Carabiniere libero dal servizio, hanno tratto in arresto un minorenne italiano responsabile di una rapina consumata a bordo di un treno regionale. Il giovane rapinatore ha minacciato con un coltello la vittima costringendola a consegnare il portafoglio.

Al termine degli adempimenti di rito il minore è stato accompagnato presso la casa circondariale minorile di Bologna.

Sempre nella giornata di ieri, nella stazione ferroviaria di Riccione gli Agenti della Polizia Ferroviaria hanno tratto in arresto un cittadino ghanese che, dopo aver tentato di eludere il controllo dei biglietti a bordo di un treno Intercity, alla vista dei poliziotti intervenuti su richiesta del capotreno, ha dato in escandescenza aggredendo gli operatori che sono comunque riusciti ad immobilizzarlo al termine di una colluttazione. Nella circostanza due Agenti hanno riportato lesioni guaribili in 7 e 10 giorni.

Lo straniero nella giornata odierna verrà giudicato con rito direttissimo dall’ Autorità Giudiziaria di Rimini.