Riccione. Coronavirus, i dati aggiornati di ogni Comune. Nel Riminese 5 nuovi decessi

Prosegue l’attività affidata al Tavolo di monitoraggio sull’osservanza delle misure di sicurezza nei luoghi di lavoro nei quali, ai sensi dell’Ordinanza della Regione Emilia Romagna n. 48 del 24 marzo 2020, si svolgono le attività di lavoro non sospese.

Nell’ambito del Tavolo di monitoraggio, coordinato dalla Prefettura in videoconferenza, sulla base del confronto tra le organizzazioni sindacali e quelle datoriali si sta progressivamente delineando un quadro delle misure adottate dalle aziende a tutela dei lavoratori nello svolgimento delle attività di lavoro non sospese alla luce del Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro, sottoscritto in data 14 marzo 2020, su invito del Presidente del Consiglio dei ministri, del Ministro dell’economia, del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, del Ministro dello sviluppo economico e del Ministro della salute, che hanno promosso l’incontro tra le parti sociali, in attuazione della misura, contenuta all’articolo 1, comma primo, numero 9), del Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 11 marzo 2020, che – in relazione alle attività professionali e alle attività produttive – raccomanda intese tra organizzazioni datoriali e sindacali.

Le opportune verifiche circa l’adozione delle misure a tutela dei lavoratori sono affidate al Servizio Prevenzione e Sicurezza ambienti di lavoro dell’AUSL Romagna, all’Ispettorato Territoriale del Lavoro ed alla Guardia di Finanza.

 

In merito agli aggiornamenti sul quadro sanitario della provincia, a seguito della conferenza stampa tenuta nel pomeriggio di ieri dal Commissario ad acta per l’emergenza Coronavirus Sergio Venturi, l’AUSL ha comunicato i dati specifici per la provincia riminese.

Sono 7 le nuove guarigioni cliniche di pazienti precedentemente risultati positivi a Coronavirus. Si tratta di sei pazienti di sesso maschile e di una donna. I pazienti attualmente guariti risultano essere nel complesso 59.

Inoltre, altre 25 persone circa sono uscite dalla quarantena, per cui il totale complessivo è di circa 380.

Restano attualmente in isolamento domiciliare circa 2.000 persone, comprendenti sia gli ammalati sia chi ha avuto contatti stretti con casi positivi accertati.

Per ciò che riguarda la rilevazione dei nuovi contagi, nella giornata di ieri – secondo gli ultimi dati ufficiali disponibili – se ne contano 38, comunicati dalla Regione, di cui 2 residenti fuori regione.

Il totale si attesta su 1.445 casi diagnosticati per Coronavirus sul territorio della provincia di Rimini, distinguendo 1.375 residenti in provincia e 70 cittadini residenti al di fuori dei confini provinciali.

Per quanto riguarda il dato di ieri, 14 pazienti sono maschi e 22 femmine. È bene precisare, al riguardo, che di questi pazienti, 27 sono in isolamento domiciliare perché privi di sintomi o con sintomi lievi e 9 ricoverati, di cui 2 in Terapia intensiva.

Purtroppo sono stati segnalati 5 ulteriori decessi di residenti in provincia, rilevati nelle ultime 36 ore: quattro uomini di 73, 79, 84 e 92 anni, ed una donna di 86 anni.

 

Aggiornando il quadro complessivo dei dati precedentemente forniti sulle persone con residenza o domicilio in provincia di Rimini che risultano positive, va ricordato che tali dati ricomprendono anche residenti che, per vari motivi, possono essere stati diagnosticati fuori provincia.

Tali dati divisi per comune di residenza/domicilio risultano essere i seguenti:

 

 

Comune Numero casi
Rimini 498
Cattolica 188
Riccione 189
Misano Adriatico 100
San Giovanni in Marignano 112
Santarcangelo di Romagna 43
San Clemente 33
Montescudo-Monte Colombo 27
Morciano di Romagna 28
Coriano 45
Novafeltria 24
Bellaria Igea Marina 24
Saludecio 13
Verucchio 16
Pennabilli 9
Mondaino 8
San Leo 7
Montefiore Conca 6
Gemmano 4
Montegridolfo 5
Talamello 3
Poggio Torriana 5
Maiolo 2
Sant’Agata Feltria 1
TOTALE 1.391

 

Inoltre, con specifico riferimento alla Ordinanza 24 marzo 2020 n. 48 del Presidente della Giunta regionale Stefano Bonaccini, adottata in modo particolare per i territori delle province di Piacenza e Rimini, si invita a consultare le apposite F.A.Q., in costante aggiornamento, sul sito della Regione Emilia Romagna, oltre che sul sito della Prefettura.

È particolarmente utile la rapida lettura delle F.A.Q., aventi la finalità di fornire chiarimenti immediati ai cittadini su una problematica ricorrente.

Le F.A.Q. del Governo e della Regione Emilia Romagna saranno consultabili anche attraverso il sito della Prefettura www.prefettura.it/rimini/multidip/index.htm .

Si ricorda che sul sito della Prefettura, dove è attiva una apposita sezione dedicata a tutti i comunicati della Prefettura, alla normativa, ai comportamenti da seguire ed ai link utili, è possibile consultare il “Vademecum disciplina attività produttive nella provincia di Rimini” ed il Modello di Comunicazione al Prefetto.

Si tratta del Vademecum esplicativo delle attività produttive non soggette a sospensione nel territorio della provincia di Rimini, ai sensi dell’Ordinanza della Regione Emilia Romagna n. 48 del 24 marzo 2020.

In particolare, nel Vademecum vengono specificate le attività produttive di beni e di servizi non sospese, individuando, inoltre, quelle attività soggette, per la loro prosecuzione, alla Comunicazione al Prefetto, sulla base di quanto disposto dal Punto 14 dell’Ordinanza regionale sopra richiamata.
Le Aziende/Imprese interessate sono invitate ad utilizzare il modello sopra menzionato, predisposto per effettuare la predetta Comunicazione.

Il Prefetto potrà sospendere quelle attività produttive per le quali non ritenga sussistenti le condizioni previste nell’Ordinanza n. 48.

 

Per i dubbi non risolti dalla consultazione delle menzionate F.A.Q. sull’applicazione dell’Ordinanza regionale n. 48/2020 è possibile inviare i relativi quesiti al seguente indirizzo di posta elettronica:

 

protcivile.pref­­­­_rimini(a)interno.it