RICCIONE. La Ginnastica Riccione vince lo scudetto della Serie B di Ginnastica Artistica FGI ed è promossa in A2

 

La Ginnastica Riccione vince lo scudetto della Serie B di Ginnastica Artistica FGI ed è promossa in A2
Il primo posto nella terza prova del campionato al PalaVesuvio di Napoli vale il sorpasso su Ionica Gym e Ginnastica Romana

Il presidente dell’Asd Ginnastica Riccione, Francesco Poesio: “Orgoglioso e contento di un risultato che
ripaga le ragazze e i tecnici dei sacrifici e del lavoro. Felice per la società e per la città di Riccione che ora
può vantare una disciplina in serie A. È un grande stimolo per tutto il nostro vivaio”
La Ginnastica Riccione si cuce sul petto lo scudetto della Serie B di Ginnastica artistica FGI e vola in A2.
Risultato grandioso per le ragazze della società affiliata alla Polisportiva Comunale Riccione, che al
PalaVesuvio di Napoli sale sul gradino più alto del podio nella terza prova del Campionato Italiano di Serie
B, balzando in un sol colpo in vetta alla classifica superando la Asd Ionica Gym e la Ginnastica Romana
arrivate in vantaggio di 2 punti a questa prova.
La squadra composta da Caterina Cereghetti, Sara Belussi, Aurora Simonini, Sofia Solari, Sara Camba e
Adriana Poesio con 83 punti speciali e il parziale più alto della terza prova di campionato (146,850 punti
sommatoria delle prove delle ginnaste a volteggio, parallele, trave e corpo libero) è riuscita dunque a
centrare la storica impresa in un PalaVesuvio organizzato alla perfezione nello scrupoloso rispetto delle
norme sanitarie anti Covid-19. La classifica di tappa ha visto dominare la gara all’ombra del Vesuvio la
Ginnastica Riccione: Caterina Cereghetti ha condotto la squadra al primo posto con una buona gara
soprattutto al volteggio (13.600) e alle parallele (12.900); da sottolineare anche la prestazione di squadra,
di cui si segnala l’ottimo corpo libero di Sara Belussi (12.350).
“Sono molto orgoglioso e contento di questo risultato – dice il presidente dell’Asd Ginnastica Riccione,
Francesco Poesio – che ripaga le ragazze e i tecnici del lavoro e dei sacrifici. Sono felice per la società e per
la città di Riccione che ora può vantare una disciplina di squadra in serie A. In dodici mesi siamo passati
dalla Serie C alla A2: una scalata che abbiamo potuto compiere anche grazie all’innesto di alcune ginnaste
di alto livello. Un fattore molto importante anche per la crescita del nostro vivaio, che si sta sviluppando e
che continuando su questa strada tra qualche anno ci porterà ad avere atlete di livello nazionale e
internazionale. Intanto abbiamo inserito nell’organico ancora altri 2 nuovi insegnanti, vista la crescita della
sezione e società, Simona Rutigliano, tecnico societario e coreografa, Martina Calzi, tecnico regionale FGI e
giudice di primo livello Gold e Silver proveniente dalla Lombardia (si occuperanno insieme al referente della
sezione artistica, Erika Coluccio della pre-agonistica Gold del nostro vivaio) e abbiamo avuto un grande
aiuto anche dai tecnici e tutor federali Sergio Luconi e Anna Samadello. Ora non ci resta che scegliere il
nuovo direttore tecnico. Il nostro primo obiettivo è far sì che le ragazze siano felici e ripagate di tutti i
sacrifici che fanno prendendo questo sport da vere professioniste e se ci riusciamo un plauso va davvero a
tutti gli allenatori e dirigenti che hanno contribuito. Da parte mia vincere a Napoli, la mia città natale, con la
squadra della città che amo e che mi ha adottato che è Riccione è stata una soddisfazione doppia, difficile
anche solo da spiegare”.