RICCIONE. La Pallanuoto Polisportiva Riccione è tornata in vasca con l’Under14, conquistando le semifinali regionali che si disputeranno domenica 30 maggio

 

Riccione al secondo posto nel primo concentramento allo Sterlino e poi sul gradino più alto del podio nel secondo, anche grazie alla vittoria epica sull’“invincibile armata” della Rari Nantes Bologna (4-3)

La pallanuoto giocata è finalmente tornata in vasca. La Polisportiva Riccione Under14 ha ripreso
dalla piscina Sterlino di Bologna, dove in due settimane si sono effettuati i primi due
concentramenti dell’Under 14 che porteranno verso il titolo regionale di categoria. Nel primo, la
Polisportiva Riccione è arrivata seconda su quattro squadre, dietro all’ “invincibile armata” della
Rari Nantes Bologna. Domenica scorsa si è poi ripetuto lo scontro, sempre a Bologna, per definire
le semifinaliste per il titolo regionale.
Nella prima sfida gli Under 14 della Polisportiva Riccione hanno incontrato il Faenza, battuto
agevolmente (15-7), poi lo scontro decisivo con i colossi della Rari Nantes, convinti di portare a
casa di nuovo il risultato, mentre il risultato finale è stato di 4-3 per Riccione. Come dice il
punteggio, una partita epica, in cui i giovani riccionesi hanno da subito mostrato il carattere che li
contraddistingue e fatto capire all’invincibile armata bolognese che non avrebbe passato il
Rubicone. In avvio l’Under 14 di Riccione è andata ripetutamente vicino al gol sbagliandone due
clamorosi, ma la difesa si è immolata alla causa e aiutandosi sempre l’un l’altro i giovani giocatori
non hanno mai scoperto il fianco agli avversari. Il primo tempo si è dunque concluso sullo 0-0,
risultato molto stretto per Riccione ma soprattutto strano per una partita di pallanuoto giovanile
dove i gol solitamente fioccano. Le certezze della Rari Nantes hanno iniziato ad incrinarsi,
nonostante un secondo tempo passato ripetutamente in vantaggio. I giovani riccionesi hanno
risposto colpo su colpo, anche se hanno continuato a sbagliare davanti alla porta creando
emozioni a non finire, finché a 2 minuti dalla fine è arrivato il gol del definitivo 4-3 riccionese con
la palla nel sette alla destra del portiere bolognese. Per l’ultima partita contro lo Sterlino Bologna,
il tecnico Maurizio Montanari ha dato spazio a chi ha giocato meno, ma non per questo sono
cambiate le forze in campo con la terza vittoria di giornata per la Polisportiva Riccione (15-2).
Sovvertito il pronostico con la Rari Nantes, Riccione è salita meritatamente sul gradino più alto del
podio di questo concentramento e domenica 30 maggio tornerà nuovamente in vasca
(probabilmente ancora alla Sterlino di Bologna), per affrontare le semifinali regionali.