Riccione. L’assestamento di bilancio nei dettagli

Lug 26, 2017

  • Condividi l'articolo
    Con il passaggio in Commissione di Bilancio la manovra di assestamento verrà sottoposta al Consiglio Comunale in programma il 31 luglio. La riduzione delle imposte e una migliore allocazione delle risorse sono i due fili conduttori della manovra che di seguito racchiude i seguenti e principali interventi. 
    Come detto in campagna elettorale si procederà alla cancellazione dell’addizionale Irpef che incide sulla fascia dei pensionati e dei dipendenti.
    La Tari verrà diminuita del 4% rispetto alla precedente delibera emanata dal Commissario straordinario. 
    Con il censimento avviato dall’Amministrazione sui passi/accessi carrai ( l’ultimo risale al 1987!) che ha portato al controllo, ad oggi di 160 posizioni di cui un terzo risultate abusive,l’Amministrazione sta compiendo un’essenziale operazione di riclassificazione. Anche in questo caso, rispetto alla delibera del commissario che prevedeva un’entrata di 650.000 euro si applicherà una riduzione di 50.000 euro nell’ambito di una generale revisione dell’imposta. Entro due mesi inoltre termineranno i controlli e si potrà quindi avere un quadro complessivo del censimento partito lo scosso gennaio.
    Un altro provvedimento che non andrà ad incidere sul portafoglio dei riccionesi, è l’ introito di 150.000 euro ricavati dai parcometri e previsto dal bilancio di previsione 2017 redatto con delibera del commissario, circa l’ introduzione nei mesi scorsi delle strisce blu nella zona a mare della ferrovia, poi immediatamente annullate dal Sindaco Tosi.
    “ Andremo a compiere uno sforzo consistente- afferma l’assessore al Bilancio Luigi Santi – mettendo sempre al primo posto i riccionesi. L’abbassamento della pressione fiscale è stato uno dei capisaldi anche della precedente amministrazione e che continueremo a seguire in questa legislatura. Non solo è previsto un buon recupero dell’evasione fiscale, oltre le previsioni iniziali, che grazie alla dirigente Cinzia Farinelli e agli uffici comunali stiamo proseguendo in maniera capillare, ma anche un aumento delle entrate su più fronti. Penso all’ Imu attraverso un’operazione di incrocio dati attenta e meticolosa, così come all’incremento degli oneri di urbanizzazione, sintomo del rinnovato slancio verso la riqualificazione, il recupero e nuovi investimenti importanti da parte dei privati, frutto di un lavoro e di una collaborazione tra pubblico-privato avviata da tempo. Il ricavato degli oneri di urbanizzazione sarà destinato sia alla parte ordinaria che straordinaria, in controtendenza rispetto ad altri Comuni, come la realizzazione del Museo del Territorio e il finanziamento del prolungamento di via XIX ottobre”.
    Verranno aumentati i fondi per 35.000 euro destinati alla videoseorveglianza, nell’ottica  del perseguimento di una crescente e consapevole politica della sicurezza, oltre 40.000 euro per i mezzi della Polizia Municipale, così come verrano aumentati i fondi per gli arredi scolastici in previsione dell’avvio del nuovo anno. Previsti maggiori contributi per i cittadini che versano in condizioni disagiate. Sul versante della valorizzazione e riqualificazione culturale, l’Amministrazione finanzierà con lo strumento dell’Art Bonus l’intervento di manutenzione e recupero della storica imbarcazione “Saviolina”, mantenendo lo stesso intento per gli edifici storici- culturali del territorio comunale.
     “ La strada intrapresa è quella di dare impulso alla nostra economia, al bando dalle polemiche e a fronte di pochi ma inequivocabili dati-conclude l’assessore Santi -: nel 2013 i trasferimento statali erano oltre 8 milioni di euro, nel 2016 sono scesi a 166.000 euro. Nonostante tutto continuiamo a considerare il bilancio uno strumento economico- finanziario non per fare cassa ma per rispondere ai bisogni della nostra città”.