Riccione. Lavoro nero: chiuso dai carabinieri un locale del Marano

I carabinieri di Riccione assieme ai colleghi del nucleo ispettorato del lavoro, si sono concentrati nella zona del Marano. In un locale che doveva ancora aprire, erano le 18.45, dei cinque dipendenti trovati all’opera, soltanto la cameriera italiana è risultata titolare di un contratto di lavoro corrispondente alle sue mansioni. Irregolari invece gli altri quattro lavoratori, tutti stranieri: un senegalese, un pachistano, un romeno e un nigeriano. Sulla base dell’ispezione è scattata la sospensione dell’attività imprenditoriale. Il locale resterà chiuso fino a quando il titolare non regolarizzerà i quattro dipendenti e adempirà a quanto richiesto. Ha tempo fino al 18 luglio, in caso contrario rischia una multa di settemila euro e una denuncia penale.