RICCIONE. MIGRANTI TENSIONE AL VILLAGGIO PAPINI. SINDACO TOSI “NON POSSIAMO OPPORCI”

Giu 30, 2017

  • Condividi l'articolo

    Uno schieramento senza precedenti delle forze dell’ordine: carabinieri, polizia municipale, camion dei vigili del fuoco, ambulanze della Croce Rossa, mezzi della Protezione Civile. Questo lo scenario notturno al Villaggio Papini, a Riccione, dove l’arrivo di alcuni migranti nelle case popolari ha scatenato la rabbia e le proteste degli inquilini.

    Una dozzina di profughi provenienti dalla Costa d’Avorio che la Prefettura di Rimini ha deciso di inviare in città. “Non possiamo opporci alla decisione”. Questa la dichiarazione del Sindaco Renata Tosi. Mancavano tuttavia le chiavi degli appartamenti scelti, pertanto i richiedenti di asilo sono stati ospitati nella tensostruttura di “Buon Vicinato” di Viale Arezzo.

    Un difetto di comunicazione tra Acer e Prefettura che sarà presto risolto. Furibonda la reazione dei condomini. “Nessuno ci ha avvertito e nel cuore della notte abbiamo assistito ad una situazione di caos e rumore, considerando che ad un certo punto volevano sfondare le porte, ma noi abbiamo fatto da scudi umani e sono andati via”.

    Salvatore Occhiuto