RICCIONE: NOTTE DI CONTROLLI NEL FINE SETTIMANA CHE HANNO PORTATO ALL’ARRESTO DI TRE SOGGETTI PER ESTORSIONE, RAPINA  E RESISTENZA A P.U.. 

Lug 16, 2017

  • Condividi l'articolo

    IL 16 LUGLIO 2017, DALLE ORE 00.00 ALLE ORE 07.00, NELLA GIURISDIZIONE DI QUESTO COMANDO, NEL CORSO DI SERVIZIO DI CONTROLLO DEL TERRITORIO A LARGO RAGGIO, FINALIZZATO IN SPECIE AL CONTRASTO DEI REATI CONTRO IL PATRIMONIO,  NONCHE’ ALLA PREVENZIONE IN TEMA DI SICUREZZA STRADALE (c.d. “FENOMENO DELLE STRAGI DEL SABATO SERA”), I MILITARI DIPENDENTI: 

    1. TRAEVANO IN ARRESTO

    –     PER IL REATO DI ESTORSIONE:

    Ø M. K., NATO IN MAROCCO NEL 1984, DOMICILIATO A REGGIO EMILIA, CELIBE, PREGIUDICATO;

    Ø H. A., NATO IN TUNISIA NEL 1981, RESIDENTE A REGGIO EMILIA. 

    ALLE ORE 00.45 ODIERNE GLI INDAGATI, ALL’INTERNO DEL PARCHEGGIO ANTISTANTE LA DISCOTECA “COCORICO” CON DESTREZZA SOTTRAEVANO UN TELEFONO CELLULARE I PHONE 7 A C.V., 17ENNE ORIGINARIA DI PADOVA,  MENTRE SI ACCINGEVA AD ENTRARE ALL’INTERNO DEL CITATO LOCALE UNITAMENTE AL FIDANZATO. LA VITTIMA, ACCORTASI DELL’AMMANCO, INOLTRE, MENTRE STAVA COLLOQUIANDO CON IL FIDANZATO VENIVA AVVICINATA DAGLI INDAGATI CHE CONCRETIZZAVANO NEI SUOI CONFRONTI UNA RICHIESTA ESTORSIVA, PRETENDENDO DEL DENARO PER LA RESTITUZIONE DEL CELLULARE. IL RAGAZZO PROVVEDEVA QUINDI A CONSEGNARE AI MALFATTORI LA SOMMA DI EURO 100,00, RICEVENDO IN CAMBIO LA RESTITUZIONE DELLO SMARTPHONE. DURANTE TALI CONCITATE FASI, INOLTRE, IL M.K. – APPROFITTANDO  DELLO STATO DI TIMORE IN CUI LA MINORE RIVERSAVA – LE SI AVVICINAVA E LA BACIAVA, PALPEGGIANDOLE IL SENO. VITTIMA PROVVEDEVA QUINDI A CONTATTARE IL PERSONALE ADDETTO ALLA SICUREZZA DEL LOCALE NONCHE’ QUESTO COMANDO, RICHIEDENDONE INTERVENTO. I CARABINIERI GIUNGEVANO IMMEDIATAMENTE IN LOCO BLOCCANDO I MALFATTORI. NELL’OCCORSO, INOLTRE, IL M.K.–

    NEL TENTATIVO DI DARSI ALLA FUGA – COLPIVA I MILITARI CON CALCI E PUGNI SENZA PERO’ RIUSCIRE A PROCURARE LORO ALCUNA LESIONE. MEDESIMO CONTESTO, INFINE, H.A. VENIVA TROVATO IN POSSESSO DI GR.7,4 HASHISH. PERTANTO, IN RELAZIONE ALL’ACCADUTO, M.K. VENIVA TRATTO IN ARRESTO ANCHE PER RESISTENZA A P.U. e DEFERITO IN STATO DI LIBERTA’ PER VIOLENZA SESSUALEMENTRE H.A. VENIVA INDAGATO STATO LIBERTA’ PER DETENZIONE DI STUPEFACENTI.

    –    PER IL REATO DI RAPINA IMPROPRIA E RESISTENZA A P.U.:

    K.W., NATO A BOLOGNA NEL  99, RESIDENTE A MEDICINA (BO),. IL PREVENUTO, ORE 06 ODIERNE, LUNGO QUESTA PASSEGIATA GOHETE – ZONA MARANO, SI RENDEVA RESPONSABILE DI RAPINA IMPROPRIA NEI CONFRONTI DI UN RAGAZZO RESIDENTE A VIAREGGIO (LU). NEL FRANGENTE, L’INDAGATO, DOPO ESSERSI IMPOSSESSATO CON DESTREZZA DELLO SMARTPHONE DELLA VITTIMA, ALLO SCOPO DI GUADAGNARSI LA FUGA, MINACCIAVA IL ROSSETTI CHE SI ERA POSTO AL SUO INSEGUIMENTO. LA VITTIMA, TUTTAVIA, AVVALEDOSI DEI PROPRI CONOSCENTI, PROCEDEVA AD ALLERTARE TEMPESTIVAMENTE IL NUMERO DI EMERGENZA “112” CHE INVIAVA SUL POSTO LA PATTUGLIA DELLA LOCALE STAZIONE CHE, INDIVIDUATO L’AGGRESSORE, LO BLOCCAVA E TRAEVA IN ARRESTO. DURANTE LE FASI DI CONTROLLO, IL PREVENUTO SI SCAGLIAVA FISICAMENTE CONTRO GLI OPERANTI – SENZA CAGIONARGLI ALCUNA LESIONE – CHE GLI AVEVANO RINVENUTO INDOSSO GR. 3,5 DI SOSTANZA STUPEACENTE DEL TIPO “MARIJUANA” SUDDIVISA IN DOSI PRONTE PER LO SPACCIO. LA REFURTIVA VENIVA RECUPERATA E RESTITUITA ALL’AVENTE DIRITTO.  

    1. DEFERIVANO IN STATO DI LIBERTÀ:

    –   PER RAPINA IMPROPRIA:

    D.V., NATA AD OLBIA NEL 1981, DOMICILIATA A SESTO FIORENTINO (FI), NOMADE. NELLA CIRCOSTANZA, I MILITARI DELLA TENENZA CARABINIERI DI CATTOLICA INTERVENIVANO IN QUELLA VIA D’ANNUNZIO POICHE’ UN CITTADINO , ALL’ATTO DI FARE RIENTRO PRESSO LA PROPRIA ABITAZIONE SORPENDEVA LA NOMADE – CHE NEL FRANGENTE ERA IN COMPAGNIA DUE FIGLI MINORI – INTENTA A FORZARE LA SERRATURA DELLA PORTA D’INGRESSO. LA MALFATTRICE, VISTASI SCOPERTA, AGGREDIVA IL MALCAPITATO CON UN OMBRELLO VENENDO SUCCESSIVAMENTE BLOCCATA DAI CARABINIERI IMMEDIATAMENTE INTERVENUTI IN LOCO. 

    –   PER GUIDA IN STATO DI EBBREZZA:

    DUE UTENTI DELLA STRADA POICHE’ SORPRESI ALLA GUIDA DELLA PROPRIA AUTOVETTURA IN STATO DI EBBREZZA ALCOOLICA, IN VIOLAZIONE ALL’ARTICOLO 186 COMMA 2 LET. B DEL C.D.S., CON CONTESTUALE RITIRO DELLA PATENTE DI GUIDA.  

    1. SEGNALAVANO ALLA COMPETENTE AUTORITA’ AMMINISTRATIVA:

    Ø DUE INDIVIDUI POICHE’ TROVATI IN POSSESSO DI GR. 1,2  DI “HASHISCH” GR.0,2 “MARIJUANA” ;

    1. SANZIONAVANO AMMINISTRATIVAMENTE N. 6  ATTIVITA’ COMMERCIALI PER VENDITA OLTRE ORARIO CONSENTITO DI SOSTANZE ALCOOLICHE PER UN AMMONTARE DI CIRCA 39.000 EURO;
    2. SOTTOPONEVANO A CONTROLLO:

    Ø 96 AUTO/MOTOVEICOLI;

    Ø 137 INDIVIDUI.

  • Serie A, Udinese-Napoli 0-4

    Serie A, Udinese-Napoli 0-4

    (ANSA) - UDINE, 20 SET - Il Napoli ha battuto l'Udinese 4-0 nel posticipo della quarta giornata del campionato di serie A e ora è solo in testa alla classifica a punteggio pieno. Azzurri due volte in gol nel primo tempo, con Osimhen al 24' e al 35' con Rrahmani. A...

    Twitter patteggia azione legale, paga 809,5 milioni

    Twitter patteggia azione legale, paga 809,5 milioni

    Twitter patteggia il pagamento di 809,5 milioni di dollari per risolvere la class action con la quale è stata accusata di aver ingannato gli investitori nel 2015 sui dati relativi agli utenti. Gli azionisti hanno accusato la società che cinguetta di averli...