Riccione. Oggi torna l’appuntamento con il presepe vivente della Karis

Dic 16, 2017

  • Condividi l'articolo

    Oggi torna l’appuntamento con il presepe vivente della Karis.

    Tutti gli allestimenti da visitare in città.

    Sono davvero molti i presepi allestiti a Riccione per queste festività e, come da tradizione, anche quest’anno torna l’appuntamento con il presepe vivente messo in scena dalle scuole della Karis Foundation in programma sabato 16 dicembre e giunto alla diciannovesima edizione.

    A partire dalle ore 16.00 tantissimi bambini dai 2 ai 10 anni d’età, i genitori e gli insegnanti, rappresenteranno per le vie del centro di Riccione 4 quadri, dall’Annunciazione alla Natività, accompagnati da scenografie, musiche e cori.

    Il primo quadro – Annunciazione, sogno di San Giuseppe e Visitazione –  è allestito a Villa Mussolini: il giardino della villa accoglierà le botteghe dei mestieri, la locanda dei soldati romani, i bivacchi dei pastori. Il secondo quadro – incontro dei Re Magi con Erode – si svolge ai Giardini Montanari, il terzo – l’annuncio dell’angelo ai pastori – sarà in via Nievo, e, in conclusione, il quadro della Natività, in piazzale Roma. Alla rappresentazione sarà presente il Vescovo di Rimini Monsignor Francesco Lambiasi.

    In caso di maltempo l’evento si terrà alle 15.30 nella Chiesa di San Martino in viale Diaz.

    Oltre alla rappresentazione di sabato, in città si possono vedere o visitare molti altri presepi.

    A Riccione Paese, per esempio, il presepe d’autore, con le installazioni a grandezza naturale che riproducono gli affreschi di Giotto conservati nella Cappella degli Scrovegni di Padova e nella Basilica Inferiore di Assisi. L’installazione che riproduce la Natività è posizionata in piazzetta Parri, mentre sul corso F.lli Cervi si possono ammirare le sagome dei pastori, degli artigiani e dei personaggi della tradizione popolare.

    Dall’8 dicembre si può ammirare il presepe meccanico di Bertino Benzi (via Lavello n. 5), costruito con passione e dedizione nel corso di tanti anni, ha una superficie di 20 metri quadrati, con botteghe artigiane e personaggi animati da sistemi meccanici. Sullo sfondo, una scenografia suggestiva dove anche gli eventi atmosferici sono protagonisti.

    Dal 20 dicembre torna il presepe di via Abruzzi, presso la sede dell’AISM, nato dalla passione di un gruppo di amici (Edoardo Copponi, Stefano e Giorgio Tonti, Ciavatta Adriano, Eraldo Grossi e Rino Boschi). Il presepe ha dimensioni importanti, si sviluppa su oltre 30 metri quadrati e ha un fronte di 6 metri. Al suo interno sono disposte un centinaio di statuine, molte delle quali interpretano i mestieri in abitazioni fatte a mano, proprio come tutti i personaggi. Per animare l’intero plastico vengono impiegati 150 motori. La particolarità di questo presepe è la sincronizzazione delle attività svolte dai personaggi in funzione del ciclo giorno-notte, regolato da un sistema computerizzato che calcola i tempi in rapporto con la lunghezza delle giornate dicembrine. Il presepe è visitabile tutti i giorni, dalle ore 16.00 alle ore 22.00.

    La chiesa del Gesù Redentore in viale Dante custodisce il prezioso presepe di statuine in legno scolpite a mano dallo scultore della Val Gardena Norman Kostner, così come sono visitabili quelli nella Chiesa della Pentecoste, degli Angeli Custodi e delle altre parrocchie, a cui si aggiunge quello allestito presso la Residenza Pullè.

    Per quanto riguarda il presepe meccanico di Maurizio Veterani, proprio in questi giorni si stanno effettuando sopralluoghi per individuare la collocazione più idonea, in particolare relativamente alle animazioni che rappresentano le arti e i mestieri, così da renderle fruibili ed interattive tutto l’anno, anche per i ragazzi delle scuole.

    Anche il Municipio ha i suoi presepi, uno nell’ingresso ed uno nello studio del sindaco Tosi.

    Attraversando la città si possono incontrare inoltre altre installazioni rappresentanti la Natività come per esempio nella conchiglia di fronte a piazzale Ceccarini, oppure nella rotonda delle vele.