Riccione. Parco degli Olivetani, a settembre parte ultima e seconda tranche dei lavori

Set 10, 2018

  • Condividi l'articolo

    La prossima settimana come da cronoprogramma, partirà la seconda ed ultima tranche dei lavori al Parco degli Olivetani nell’area ex fornace, consistente negli ultimi interventi di posa dei giochi e nella installazione dell’impianto di illuminazione pubblica. Contestualmente si partirà anche con le operazioni di semina della superficie erbosa. Si tratta degli interventi finali che fanno seguito, alla prima e più impegnativa fase, già terminata, consistita nella realizzazione di un sistema di sottoservizi ex novo necessario a servire nuovi impianti drenanti, di irrigazione strutturale e di illuminazione. Nell’ambito della prima tranche è stata ricavata un’area di sgambamento per cani di circa 900 mtq metri divisa in due zone per cani di grandi e piccola taglia di superficie, rispettivamente di 500 e circa 400 mtq circa. Con nuove piantumazioni e già recintata, la nuova area di sgambamento consentirà ai fruitori del futuro Parco degli Olivetani di godere il nuovo polmone verde della città. Terminate infine nei mesi scorsi le piantumazioni dell’intero parco con alberi a medio- alto fusto. Mentre lungo il tratto sviluppato lungo il rio Melo si è proceduto ad un rinfoltimento della vegetazione con piante di prima, seconda e terza grandezza.

  • Furto in casa vicino a Frosinone, uomo spara e uccide ladro

    Furto in casa vicino a Frosinone, uomo spara e uccide ladro

     Un uomo è stato ucciso con un colpo di fucile a Santopadre, in provincia di Frosinone. Sulla vicenda sono in corso indagini dei carabinieri. Da una primissima ricostruzione si ipotizza che si possa trattare di un tentativo di furto finito in tragedia. Non si...

    Obama-Springsteen: siamo qui per dare voce agli esclusi

    Obama-Springsteen: siamo qui per dare voce agli esclusi

    (ANSA) - ROMA, 25 OTT - Non essere un outsider, ma dare voce agli esclusi, allargare la comunità e diffondere valori positivi. Questo l'aspetto più importante della "missione" portata avanti da Barack Obama e Bruce Springsteen, secondo quanto spiegato da loro stessi...