Riccione. Pizzicato in giro di notte racconta il falso ai carabinieri: denunciato

Ha raccontanto ai carabinieri che lo hanno pizzicato in giro oltre le 22 di sera che stava tornando in albergo dopo aver accompagnato a casa la donna di servizio del suo datore di lavoro. È la scusa accampata da un giovane campano che ha giustificato la sua presenza in strada sull’autocertificazione. I carabinieri, intuendo potesse trattarsi di una “bugia”, gli hanno ricordato che rischiava la denuncia per falsa attestazione se non avesse dichiarato il vero. Il giovane tuttavia ha insistito con la sua versione e quel punto i militari hanno verificato in diretta le sue dichiarazioni telefonando all’albergo dove avrebbe dovuto alloggiare. E così, oltre alla multa, si è preso pure la denuncia.