RICCIONE. PIZZOLANTE (ALTERNATIVA POPOLARE) “RENATA TOSI UNA FUORICLASSE DELLA MENZOGNA”

Mag 8, 2017

  • Condividi l'articolo

    Dalla pagina facebook di Sergio Pizzolante Vice Presidente del Gruppo parlamentare di Alternativa Popolare alla Camera dei Deputati

    L’ex sindaco è una professionista delle bugie. Le viene naturale. Secondo me, le racconta tanto bene , anche a se stessa, che poi si convince siano cose vere. Ha detto che il Trc non si poteva migliorare. Ha detto anche che fui io a farle avere udienza al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti per poi cambiare idea… un fenomeno. Davvero sono ammirato. Una fuoriclasse della menzogna.

    Le cose andarono così.  Dopo la sua vittoria( e la mia sconfitta), con dichiarazioni pubbliche mi sono messo a disposizione della mia città e del mio sindaco. Ministro era Lupi e direttore della struttura di missione del ministero il mio fraterno amico Ercole Incalza. Si proprio lui, il plurindagato e sempre assolto.  La Tosi non trovava udienza e io feci in modo di costruire una relazione fra Riccione e ministero.

    Incalza convoco’ una riunione a Roma fra sindaco di Riccione, sindaco di Rimini, soggetto attuatore, Regione, per dire che il ministero era pronto ad accettare modifiche al Trc se ci fosse stato un’accordo fra le istituzioni locali. Per il ministero era un percorso obbligato. Il mio scopo era dimostrare che le modifiche si potevano fare! Così fu. Mi impegnai molto. Di più, Lupi mi prendeva in giro, dopo aver incontrato la Tosi al Meeting, mi telefono’ per dirmi che gli facevo trovare l’ex sindaco ovunque! Stava poi alla Tosi costruire costruire relazioni con Rimini e Bologna per raggiungere l’obiettivo.

    Qualcuno deve averle fatto poi cambiare strategia. Ha fatto tutto il contrario. Ha avviato una polemica talebana con l’Agenzia della Mobilità, la Regione e Rimini. Perché il suo obiettivo divento’ l’opposto. Far realizzare il Trc più brutto possibile ad eterna memoria dell’errore del Pd. Infatti fui io a non avere più udienza in Comune! Facemmo un incontro nel quale chiesi al sindaco e al suo dirigente di allora, Cristian Amatori, una dettagliata relazione tecnica sulla quale basare una mia interrogazione parlamentare, per far dire ufficialmente al ministero che spettava alle istituzioni locali formulare una proposta di modifica.

    Questa cosa avrebbe dato più potere contrattuale alla Tosi. Mai ricevuta. Da allora c’è stato il buio più totale fra il sottoscritto e l’Amministrazione. Lei e i suoi hanno fatto molto di più e di peggio. Hanno successivamente dato un incarico ad un funzionario del ministero( Ministro era già Del Rio ) per farsi dire, a pagamento, che il Trc si poteva modificare… Lupi e Incalza l’avevano detto gratis. Ma questo a tempo scaduto. Dopo la rottura del tavolo di lavoro locale. Oggi dice che non si poteva modificare, ma ha pagato una consulenza per farsi dire il contrario. Nonostante le dichiarazioni precedenti di Lupi e Incalza. La smemorata di Riccione. Brutta pagina. Lo ripeto se il Trc ha un padre, la Tosi è la madre.

  • Bologna. ‘Ndrangheta, confiscato un milione e mezzo a imprenditore

    Bologna. ‘Ndrangheta, confiscato un milione e mezzo a imprenditore

    La Direzione Investigativa Antimafia, su disposizione del Tribunale di Bologna, a seguito di proposta avanzata dal Direttore della Dia, ha eseguito un provvedimento di confisca di beni mobili ed immobili per un valore complessivo di circa un milione e mezzo di euro. I...

    Draghi all’Onu: ‘G20 sull’Afghanistan, evitare catastrofe’

    Draghi all’Onu: ‘G20 sull’Afghanistan, evitare catastrofe’

    "Aiuti umanitari, sicurezza e diritti umani": sono le priorità del G20 straordinario sull'Afghanistan che il premier Mario Draghi ha formalizzato nel suo debutto (con un videomessaggio di circa 20 minuti) davanti ad un centinaio di leader mondiali alla 76/ma assemblea...