Riccione. Prima l’atto vandalico per saggiare le “difese”, poi il furto vero e proprio nell’attività: ladro comunque arrestato

Mag 1, 2022

  • Condividi l'articolo

    Ladri nella notte tra venerdì e sabato hanno tentato il colpo al Conad City di via Catullo 9. Uno del malviventi è stato arrestato, il secondo si è dato alla fuga. Quando l’allarme è suonato è stata constata dalla vigilanza privata l’avvenuta rottura della vetrata con una pietra. Di quella che sembrava un atto vandalico sono stati messi al corrente i carabinieri. 4 ore dopo tuttavia l’allarme suona nuovamente e quando la vigilanza si precipita nuovamente sul posto trova due persone all’interno che tentano di scappare con la refurtiva. L’uomo della Vigilar riesce tuttavia a bloccare uno dei ladri che viene consegnato ad un equipaggio del Nucleo Radiomobile dei Carabinieri che lo arresta per furto aggravato. Il complice, invece, è riuscito a scappare lasciando però la tutta la refurtiva a terra. A quanto pare insomma la pietra lanciata la prima volta era solo un diversivo per saggiare le “difese” della struttura e mettere a segno in seguito il colpo: è andata comunque male.