RICCIONE. RENATA TOSI “DIVIETO DI BALNEAZIONE CONFIDO NEGLI ENTI DI COMPETENZA”

Giu 21, 2017

  • Condividi l'articolo

    Dalla pagina facebook di Renata Tosi Sindaco di Riccione dal giugno 2014 al febbraio 2017 e candidato sindaco della coalizione di centro-destra Forza Italia-Lega Nord-Fratelli d’Italia&Alleanza Nazionale-liste civiche collegate

    Sul previsto temporaneo divieto di balneazione nella zona del porto canale vorrei fare le seguenti considerazioni con la premessa importante che confido nella massima condivisione con tutti gli enti deputati a verifiche e controlli, in modo garantire la migliore qualità ambientale delle nostre acque e del nostro mare per dare sempre ogni certezza alle attività economiche e ricettive della città.

    Mentre il Bollettino del 19 e 20 Giugno 2017 di Arpae Emilia Romagna dichiara che i controlli eseguiti con la M/n Daphne II dal Lido di Volano fino a Cattolica (Riccione compresa) rivelano un ottimo stato ambientale in tutta l’area monitorata, caratterizzata da valori medio alti di salinità a testimonianza degli scarsi apporti provenienti dall’entroterra,conseguentemente risultano basse le concentrazioni di clorofilla “a”, ed elevata la trasparenza, entro la norma i valori di ossigeno, sia in superficie che sul fondo, e i valori di temperatura rilevati si mantengono in linea con quelli registrati la settimana scorsa, arriva la notizia che il Commissario straordinario, su indicazione della stessa Arpae, ha emanato un provvedimento di temporaneo divieto di balneazione nelle acque antistanti il molo del porto canale di Riccione, lungo 350 metri a Sud dell’imbocco, coinvolgendo in questo, alcune zone balneari molto frequentate.

    Un’evidente contraddizione che ha però una ragione d’essere. Le rilevazioni che hanno dato origine all’indicazione di Arpae,immediatamente recepita dal Commissario, sarebbero state condotte a pochi metri dall’area in cui sta operando in questi giorni la draga, con operazioni di prelievo e di scavo che, come si sa stressano il fondale, liberando fanghi e sedimenti di riporto, proprio davanti all’imbocco del porto canale. Da qui la presenza nelle analisi di valori superiori al limite consentito.

    Fermo restando la corretta interpretazione dell’ordinanza che il Commissario non poteva non emanare, resta da chiedersi, chi e perché ha dato l’ordine di movimentare la draga in quella zona ed in questo momento. Così come c’è da chiedersi se e’ corretto procedere al rilevamento dei dati di inquinamento batteriologico a pochi metri e mentre la draga e’ a lavoro, senza attendere che i lavori si completino e si dia al mare il tempo biologico e necessario perche’ ritrovi il suo equilibrio fisiologico.

    Così come credo non sia necessario tornare a sottolineare che dopo i lavori di riqualificazione e ammodernamento dei condotti delle fogne inerenti l’area del porto canale e l’azione di sensibilizzazione che abbiamo concordato e pienamente realizzato con tutti i residenti della zona perché intervenissero per adeguare i loro scarichi, sono quasi inesistenti i livelli di confluenza delle acque reflue nel bacino del porto canale e l’intera zona ha trovato un equilibrio sostenibile che solo eventi eccezionali come i lavori della draga sul fondale prospiciente possono alterare.

    Confido fin da ora nella massima condivisione con tutti gli enti deputati a verifiche e controlli in modo garantire la migliore qualità ambientale delle nostre acque e del nostro mare per dare ogni certezza alle attività economiche e ricettive.

  • Apple alza velo su nuovo MacBook Pro, più veloce e potente

    Apple alza velo su nuovo MacBook Pro, più veloce e potente

    Apple presenta il nuovo MacBook Pro in due versioni, una con schermo da 16 pollici e l'altra da 14 pollici. Dotato di una telecamera a più alta risoluzione, il nuovo MacBook Pro presenta "il miglior sistema audio" per un notebook, è più potente e veloce grazie al chip...

    Green pass: nuovo corteo non autorizzato in centro a Milano

    Green pass: nuovo corteo non autorizzato in centro a Milano

    (ANSA) - MILANO, 18 OTT - Nuovo corteo 'No Green Pass' non autorizzato, verso sera, in centro a Milano. Alle ore 18.40 - ha reso noto la Questura - circa 300 persone, dopo essersi ritrovate alle 17 in piazza Fontana con appelli sui social networks, si sono mosse,...