RICCIONE. SABRINA VESCOVI SULLA RIAPERTURA DEI CENTRI ESTIVI

Mag 19, 2017

  • Condividi l'articolo

    Dalla pagina facebook di Sabrina Vescovi candidato sindaco del Pd

    C’è qualcuno che deve avere qualche problema di memoria… o forse di apprendimento. Riccione ha cominciato a investire nel sistema formativo integrato prima ancora del mandato amministrativo in cui ho avuto l’onore di occuparmi di scuola. E’ da tempo che si dà una giusta considerazione all’importanza di garantire la libera scelta educativa delle famiglie. Fu nel 2004 che stanziammo 120mila euro di contributi per le scuole paritarie, cifra che da allora ad oggi – 13 anni dopo – è rimasta inalterata. Anche durante l’amministrazione Tosi.

    Qualcosa di significativo però in quest’ultima, breve, legislatura, è stato fatto: è stato chiuso il centro estivo all’ex colonia Bertazzoni e sono stati chiusi anche i centri estivi nelle due scuole statali per l’infanzia. Servizi essenziali su cui al contrario torneremo ad investire, per restituirli alla città. Chiarendo anche fin da ora che non interverremo con alcun tipo di esternalizzazione su asili nido e scuole materne.

    Sempre durante l’amministrazione Tosi, capogruppo di Forza Italia Dionigi Palazzi, è stato anche drasticamente tagliato il contributo al ‘Progetto Scuola – Beni Naturali, Ambientali, Culturali’, progetto sperimentale su cui il professor Francesco De Bartolomeis ha costruito il modello pedagogico di questa città, un modello che da sempre, è proprio il caso di dire, sta facendo scuola. Difficile poi voler dare lezioni.

  • Stupore del Colle, Mattarella conferma la contrarietà al bis

    Stupore del Colle, Mattarella conferma la contrarietà al bis

    Dal Quirinale trapela un certo stupore per le interpretazioni sul disegno di legge costituzionale per cancellare il semestre bianco e inserire il divieto di rielezione del Presidente della Repubblica. La circostanza che in Parlamento ci si proponga di inserire nella...

    Spariti 500mila euro risparmi, indagata ex dipendente Poste

    Spariti 500mila euro risparmi, indagata ex dipendente Poste

    (ANSA) - NAPOLI, 03 DIC - Grazie a un semplice ma astuto espediente è riuscita a far sparire circa mezzo milione di euro dai libretti di deposito e risparmio di una decina di clienti di Poste Italiane: è successo a Napoli, precisamente nell'ufficio che ha sede a...