RICCIONE. SGOMINATA LA BANDA DEL LUNGOMARE PREDONI DI GIOIELLI E OROLOGI

Mag 24, 2017

  • Condividi l'articolo

    La Polizia Stradale di Bologna ha sgominato la cosiddetta “Banda del lungomare di Riccione” novelli predoni che razziavano gioielli e orologi. Rappresentanti e turisti erano il target preferito. Una coppia di napoletani Giuseppe Criscuolo 46enne e Alessandro De Benedictis 43enne erano il braccio e la mente dell’organizzazione criminale che da tempo imperversava nella “Perla Verde”.

    La continua spola tra Campania e Nord Italia dopo furti e rapine ha lasciato evidentemente delle tracce. L’indagine su un’auto rubata nel novembre 2016 in un’area di servizio nei pressi di Castel San Pietro Terme, in provincia di Bologna, ha probabilmente stretto la morsa intorno ai due meridionali. Vettura appartenente ad un rappresentante di preziosi. Un bottino di oltre 120mila euro.

    Dopo vari pedinamenti, gli agenti della polizia hanno identificato Riccione come luogo operativo. L’ultimo colpo venerdì scorso è stato fatale. Sottratto un Rolex da 12mila euro, Criscuolo e De Benedictis si sono allontanati in moto senza accorgersi di essere seguiti. Hanno poi imboccato l’autostrada dopo il cambio di veicolo, ma la loro Mercedes a noleggio è stata fermata presso Bagno di Romagna. Pertanto il viaggio si è concluso nel carcere di Forlì. Recuperato l’orologio di marca e rinvenute sulla macchina targhe false, attrezzi di scasso, carte di identità intestate a persone inesistenti.

    Salvatore Occhiuto

    Condividi:

  • Frecce tricolori: Udinese regala maglietta con numero 60

    Frecce tricolori: Udinese regala maglietta con numero 60

    (ANSA) - TRIESTE, 20 SET - Una maglia bianconera come è tradizione dell'Udinese, ma sulla schiena porta una scritta e un numero particolare: "Frecce tricolori 60". E' quella realizzata dall'Udinese in occasione dei 60 anni della Pattuglia acrobatica. Questa sera,...

    Green pass: in pmi lavoratori sostituiti fino a 20 giorni

    Green pass: in pmi lavoratori sostituiti fino a 20 giorni

    Le imprese con meno di 15 dipendenti potranno sostituire i lavoratori sospesi perché non in possesso del green pass per un totale di 20 giorni in due tranche da 10, fino al 31 dicembre. E' quanto prevede - si spiega in ambienti di governo - una delle norme contenute...