Riccione. Sottrazione di minore: finito l’incubo per famiglia della Perla

Assolti il padre e la madre di una 16enne di Riccione che aveva intessuto una relazione con un coetaneo. La storia dopo appena un anno era naufragata e la madre del 16enne da sempre ostile si era presentata ai carabinieri di Riccione per sporgere una denuncia-querela nei confronti della ex fidanzata del figlio, sospettando anche fosse rimasta incinta, e dei suoi genitori. Accuse pesantissime: oltre a quella di aver sottratto il minore col consenso dello stesso e di avere tratto profitto dal suo stato di inferiorità psichica si era ipotizzato anche il reato di circonvenzione di incapace. Secondo la donna, infatti, la ragazzina con l’aiuto dei propri genitori teneva sotto il suo influsso il 16enne tanto da portarlo a spendere tantissimo denaro per regali ed altre necessità economiche. Gli imputati sono però stati assolti sia dall’accusa di circonvenzione d’incapace, perchè nel frattempo prescritta, sia da quella più grave di sottrazione consensuale di minorenne perchè il fatto non sussiste.