Riccione. Uccise nonna: battuta di arresto al processo

Il pm ha sollevato un problema di costituzionalità sulla riforma del Codice di procedura penale in quanto ci sarebbe appunto un vuoto legislativo sui casi di omicidio compiuti da persone incapaci di intendere e volere e quindi non punibili. Battuta d’arresto dunque sul processo che vede imputato per omicidio un 43enne che, lo scorso 7 gennaio, uccise la nonna di 89 anni nella sua abitazione di Riccione. L’uomo è già stato giudicato incapace di intendere e volere e attualmente è stato collocato in una residenza per l’esecuzione delle misure di sicurezza. Si dovrà così attendere la decisione dei giudici costituzionali.