Rocca di Papa, ira degli abitanti: “Portano malattie, non li vogliamo”

Ago 28, 2018

  • Condividi l'articolo

    I migranti sbarcati dalla nave Diciotti adesso verranno ricollocati nelle strutture messe a disposizione dalla Chiesa sul nostro territorio. Proteste a Rocca di Papa.

    I migranti sbarcati dalla nave Diciotti adesso verranno ricollocati nelle strutture messe a disposizione dalla Chiesa sul nostro territorio e una parte invece verrà destinata in Albania e Irlanda.

    Alcuni migranti di fatto verranno destinati alla struttura Centro Migliore del Comune di Rocca di Papa nella zona dei Castelli Romani. Ma a quanto pare i residenti non hanno accolto bene la notizia dell’arrivo di questi migranti. Almeno cento nelle prossime ore sbarcheranno nel piccolo comune laziale e chi vive lì ha già dato vita ad una protesta sui social. Con un post il Comune di Rocca di Papa ha annunciato su Facebook l’arrivo dei migranti della Diciotti e sotto al post è scoppiata la “rivolta” dei residenti.

    “Altri 100 parassiti, che schifo”, si legge tra i commenti. E ancora: “Noi non li vogliamo, rimandateli al loro paese avete stufato adesso ci sarà molta delinquenza e furti”. Poi c’è chi va oltre: “Avete rotto, ammazzateli”. Infine c’è chi ricorda i casi di scabbia che sono stati registrati proprio a bordo della Diciotti: “E quelli malati di scabbia e chissà di cos’altro chi li controlla che non escano andando in giro per il paese o sui mezzi pubblici insieme ai nostri figli?”.

  • Furto in casa vicino a Frosinone, uomo spara e uccide ladro

    Furto in casa vicino a Frosinone, uomo spara e uccide ladro

     Un uomo è stato ucciso con un colpo di fucile a Santopadre, in provincia di Frosinone. Sulla vicenda sono in corso indagini dei carabinieri. Da una primissima ricostruzione si ipotizza che si possa trattare di un tentativo di furto finito in tragedia. Non si...

    Obama-Springsteen: siamo qui per dare voce agli esclusi

    Obama-Springsteen: siamo qui per dare voce agli esclusi

    (ANSA) - ROMA, 25 OTT - Non essere un outsider, ma dare voce agli esclusi, allargare la comunità e diffondere valori positivi. Questo l'aspetto più importante della "missione" portata avanti da Barack Obama e Bruce Springsteen, secondo quanto spiegato da loro stessi...