Sesta estinzione di massa, il 2100 è la “soglia” della catastrofe

Set 20, 2017

  • Condividi l'articolo

    Con avanzati calcoli matematici scienziati del Mit “prevedono” che le premesse per innescare un declino di massa delle specie potrebbero realizzarsi entro la fine del secolo

    Le premesse per la sesta estinzione di massa potrebbero porsi già entro la fine di questo secolo: nel 2100 negli oceani potrebbe riversarsi una quantità di carbonio tale da innescare un declino di massa delle specie nei millenni successivi. La “previsione”, basata su un compleso modello matematico, è degli scienziati del Massachusetts Institute of Technology (Mit). Pubblicato sulla rivista Science Advances, lo studio è stato guidato dal professore Daniel Rothman e si basa sull’analisi del ciclo del carbonio, ovvero l’interscambio naturale di carbonio tra le varie “riserve” terrestri (come oceani e atmosfera).

    Anomalie “fatali”

    Negli ultimi 540 milioni di anni la Terra ha vissuto cinque eventi di estinzione di massa, tutti collegati a uno stravolgimento del normale ciclo del carbonio tra atmosfera e oceani. Perturbazioni “fatali”, secondo Rothman, che si sono sviluppate tra migliaia e milioni di anni e che sono coincise con l’estinzione diffusa di specie marine in tutto il mondo. La peggiore estinzione di massa è stata quella del Permiano, che circa 251 milioni di anni fa fece scomparire l’81% delle specie marine e il 70% dei vertebrati terrestri. Considerando l’aumento costante di emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera a partire dal XIX secolo, lo scienziato ha cercato di capire se il ciclo del carbonio stia vivendo anche ora una anomalia significativa in grado di portare il pianeta verso la sesta estinzione di massa. La sua risposta è affermativa. Dal 2100 entriamo in un territorio “inesplorato”. Skytg24

  • Giudice canadese rilascia lady Huawei, è libera

    Giudice canadese rilascia lady Huawei, è libera

    Un giudice canadese ha rilasciato la direttrice finanziaria del colosso cinese delle telecomunicazioni Huawei, Meng Wanzhou, chiudendo il procedimento di estradizione in una breve udienza svolta davanti alla Corte Suprema della British Columbia.   ...

    Fanpage, la Procura di Roma revoca il sequestro del video su Durigon

    Fanpage, la Procura di Roma revoca il sequestro del video su Durigon

    Alla redazione di Fanpage.it è stata notificata la revoca del decreto di sequestro relativo all'inchiesta giornalistica sui fondi della Lega e sull'ex sottosegretario Claudio Durigon. Lo rende noto la stessa testata: "La Polizia Postale ha inviato alla direzione un...