Torna ‘Diavoli’, l’alta finanza fa i conti con la pandemia

Apr 18, 2022

  • Condividi l'articolo

    Due campioni assoluti della finanza, “un po’ Pelé e Maradona”, uniti così profondamente da superare amicizia, stima e affetto, pur nei contrasti e nelle differenti visioni. Sono ancora le vicende della coppia Massimo Ruggero-Dominic Morgan, in un rapporto di amore che assomiglia sempre di più al legame padre-figlio, il cuore narrativo indiscusso della seconda stagione di ‘Diavoli’, il financial thriller internazionale di Sky Original in onda dal 22 aprile su Sky Atlantic e in streaming su Now.

    Entrambi i protagonisti sono stati esplorati il più possibile secondo “l’intero arco” delle emozioni umane, come ha spiegato Alessandro Borghi, nel ruolo di ceo della New York-London Investment Bank. “Mettiamo a confronto gli esseri umani con le loro paure – ha spiegato l’attore romano – facendoli uscire dalla loro zona di comfort. C’è una grande responsabilità nel raccontare personaggi tondi, che raccontino la contemporaneità”. Anche Patrick Dempsey torna a interpretare l’eminenza grigia della finanza globale nelle sue “debolezze e punti di forza”, in un chiaroscuro continuo che gli dà spessore e plasticità. “Rappresentiamo sicuramente degli archetipi – ha sottolineato Dempsey – ma non sono solo questo. Attraverso la loro vulnerabilità noi riusciamo a capire che sono anche degli esseri umani che cercano di fare del loro meglio al lavoro e di fare quadrare tutto questo con la loro vita privata”.

    Anche per gli otto nuovi episodi, girati tra Roma e Londra, interamente in inglese, il punto di osservazione privilegiato è quello dell’Olimpo dell’alta finanza. Da qui i personaggi attraversano le plurime tempeste di “un mondo in continuo cambiamento”, questa volta alle prese con la pandemia da Covid-19, il tema della fuga dei dati, la contrapposizione tra Occidente e Oriente. “Il potere porta sempre con sé delle responsabilità – ragionano Nick Hurran e Jan Maria Michelini, tornati alla regia dei nuovi episodi -: quello che fa Dominic è mantenere l’ordine costituito e lo farà anche nella seconda stagione, coinvolgendo ancora il suo enfant prodige e un genio come Nadia Wojcik”, quest’ultima nuova geniale protetta di Dominic, interpretata da Clara Rosanger. Altri nuovi personaggi sono Li Jun Li, nei panni di Wu Zhi, nuova Head of Trading della Nyl, Joel de la Fuente, in quelli di Cheng Liwei, nuovo membro del board. “Con il loro genio femminile – osservano ancora Hurran e Michelini – portano qualcosa in più nel mondo degli uomini di potere, noi mostriamo sì donne forti ma che hanno alle spalle delle storie che ci faranno capire che il loro apporto non è solo in termini di qualità o di potere”.

    Oltre ai due protagonisti tornano Malachi Kirby, Pia Mechler e Paul Chowdrhry nei panni dei Pirati, i trader fedelissimi di Ruggero, e infine e Lars Mikkelnsen nel ruolo di Daniel Duval, il fondatore dell’organizzazione Subterranea. La serie è scritta da Frank Spotnitz e James Dormer con Naomi Gibney e Caroline Henry. Guido Maria Brera, già autore del libro ‘I diavoli’ (Rizzoli), alla base della prima stagione, firma il format di serie della seconda.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte